Invisibile

"Invisibile" è la storia di Isabel, una bambina la cui famiglia non ha molto. Un giorno Isabel è costretta ad abbandonare la sua casa piena di ricordi felici.
Casa editrice:
Fasce d’età:
Categoria:
Autore/i: Tom Percival
Illustrazioni: Tom Percival
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Isabel era molto felice. Viveva con la sua famiglia in una casa fredda e povera, ma non le mancava nulla. Lei e la sua famiglia non avevano bisogno d’altro, se non di stare insieme.

Un giorno i soldi non bastarono più, sostenere le spese di quella casa divenne impossibile. Così dovettero lasciarla e con lei i ricordi felici che avevano collezionato nel tempo.

Dall’altra parte della città era tutto diverso e Isabel iniziò a sentirsi sola e triste. Nessuno la vedeva, nessuno sembrava considerarla. Si accorse che stava scomparendo!

Ormai invisibile, notò altre persone invisibili e sole come lei, occupate nelle loro faccende quotidiane. Allora decise di aiutarle, una per una. E più si aggiungevano, più diventavano visibili. Così anche Isabel tornò visibile, e tornarono anche l’allegria e la felicità di un tempo.

Qual è il mio posto nel mondo?

Invisibile (Nomos Edizioni) è la storia di Isabel e di tutte le persone che vivono in condizioni di povertà e che, per questo, la società trascura, lasciandole ai margini e rendendole, dunque, “invisibili”.

L’autore e illustratore Tom Percival, come si legge nella nota alla fine dell’albo, ha voluto dedicare a se stesso e ai suoi piccoli lettori una storia delicata, esplorando il concetto di “invisibilità” come condizione tipica dei bambini che soffrono la fame e la povertà.

L’albo nasce, infatti, da un ricordo dell’autore risalente alla sua infanzia, quando, insieme con la sua famiglia, viveva in una roulotte nella campagna del South Shropshire. Tom Percival sa bene cosa prova Isabel.

Sentirsi invisibili significa sentirsi ignorati, rifiutati, quindi non amati. Un bambino non amato non riesce a integrarsi e a essere riconosciuto se non da chi vive nelle sue condizioni.

Isabel rappresenta il riscatto degli “invisibili”, poiché decide di fare la differenza: prende coscienza della sua condizione e di quella di chi vive ai margini come lei, semplicemente condividendo la sua solitudine con la loro. La tristezza va via, lasciando il posto a tutti quei sentimenti positivi che le relazioni con gli altri e l’accettazione reciproca generano.

La storia di Isabel è, dunque, quella di chi cerca un posto nella società, ma che, sentendosi rifiutato e inadeguato, non riesce a trovarlo. Isabel ha voluto dirci, come fa l’autore a conclusione del suo messaggio, “sì, questo è il tuo posto”.

Ti è piaciuto

"Invisibile"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Il viaggio

Il viaggio

Come deve essere strano abituarsi alla normalità, quando sei una bambina fuggita da un Paese in guerra! Ma il viaggio forse comincia all’arrivo, nell’incontro con una vita straordinariamente normale e nell’attesa di qualcuno che hai dovuto lasciare.

nuvolario

Nuvolario

Un viaggio naso all’insù fra le stupende tavole di Susy Zanella e le parole di Sarah Zambello per scoprire fatti scientifici sulle nuvole.

Perdù

Perdù

Riuscirà il piccolo Perdù a trovare un posto da chiamare “casa”? Lo scopriamo in questo albo illustrato, edito da Nomos.

piccola guida agli uccelli

Piccola guida agli uccelli

La “Piccola guida agli uccelli” ci presenta 40 meravigliosi esemplari di uccelli attraverso splendide illustrazioni, accompagnate da informazioni e curiosità.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!