E domani?

Lucas compie gli anni e inizia a interrogarsi sul suo futuro. Alle sue domande tutti sembrano conoscere la risposta, ma è davvero così?
Casa editrice:
Fasce d’età:
Categoria:
Autore/i: Olivier de Solminihac
Illustrazioni: Junko Nakamura
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 1 Media valutazione: 5]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Il lupacchiotto Lucas compie otto anni e alla fine della festa, come ogni anno, il suo papà gli scatta una fotografia che attacca poi sulla bacheca di sughero vicino alla sua camera.

Lì, guardando tutte le foto dei suoi precedenti compleanni, Lucas riflette sullo scorrere del tempo e pensa a come è cambiato negli anni. Inevitabilmente da quei pensieri sorgono domande, delicate e ingombranti, a cui è difficile trovare una risposta.

“Ma allora” si domanda Lucas, “io chi sono?”

Guarda lo spazio vuoto sulla bacheca e si chiede: “E domani, che cosa mi aspetta? Come sarà il mio futuro?”

Alla ricerca di risposte

A quelle domande che gli ronzano in testa, provano a rispondere (ognuno a proprio modo) diversi personaggi che Lucas incontra nel bosco durante una passeggiata serale. Un agnello che guarda il cielo con un cannocchiale, per esempio, gli spiega il significato e le caratteristiche del suo segno zodiacale, i suoi colori preferiti, il suo giorno fortunato, il suo numero portafortuna e via dicendo.

Lucas, perplesso dalla quantità di informazioni ricevute, continua a passeggiare nel bosco, riflettendo su quanto ha sentito e interrogandosi sul suo domani.

Tutte le creature che incontra sembrano avere una risposta alle sue domande, ma è davvero così facile rispondere ai suoi interrogativi?

Un prezioso insegnamento

Babalibri presenta un piacevole racconto di scoperta interiore scritto da Olivier de Solminihac e illustrato da Junko Nakamura.

L’autore tratta temi interessanti quali la ricerca della propria identità in un percorso di crescita e autonomia. Le domande di Lucas sono le stesse che si pone ogni generazione, per poi trasmetterle alla successiva in un interminabile passaggio di consegne.

Al termine, un “piccolo” saggio insegna che se tutto non è ancora stato scritto, allora significa che siamo i fautori del nostro destino o, per meglio dire, siamo gli scrittori del nostro romanzo personale.

Ti è piaciuto

"E domani?"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Piccolo Pittore-Babalibri

Piccolo pittore

Per Natale Étienne riceve un regalo inaspettato: una scatola di acquerelli. Il piccolo protagonista scoprirà presto che si tratta di acquerelli magici!

cop-1091x1536

Lucky Joey

Lo scoiattolo Joey vive in un grande parco di New York. Fa il lavavetri sui grattacieli, uno dei lavori più rischiosi in città. Joey è agile, veloce e ama il suo mestiere: con quello che guadagna, un giorno, lui e Lena, la sua fidanzata, si sposeranno e faranno un viaggio meraviglioso volando più in alto delle nuvole. Ma la fortuna d’improvviso li abbandona e ogni loro sogno sfuma nell’arco di poche ore. Sarà l’amicizia di un grande orso buono, insieme a fantasia e coraggio, a regalare loro un sogno ancora più bello.

copbalena-895x1024

La balena misteriosa

Il padre di Cuno e Aia racconta loro di aver visto, una volta, una balena gigantesca, sei volte più grande della loro casa. Da allora, Cuno non fa che sognare di vederla e, una mattina, prende il kayak di suo padre e scivola silenzioso nella baia; vuole andare a cercare la balena nell’immensità delle acque artiche! I gabbiani volano sulla sua testa e, nel silenzio, non si sente che lo splash ritmato dei remi. Ma, a un tratto, Cuno si rende conto che la sua sorellina lo ha seguito nascosta nel kayak e non vede l’ora di prendere parte all’avventura. Cuno non è affatto contento ma non immagina quanto Aia sarà importante nell’incredibile, commovente, scoperta che li aspetta.

copPapa-1020x1024

Dai papà!

Cosa succede a un papà quando il suo piccolo, di prima mattina, lo sveglia saltando felice sul letto? Succede che deve correre al parco alla velocità di un aeroplano, giocare a pallone, comperare la merenda, andare sullo scivolo e poi sull’altalena e, mentre tornano a casa, ascoltare i mille progetti per il giorno dopo del suo piccolo, mentre lui lo tiene per mano e gli dice che è il papà più bravo del mondo. Ma finalmente, una volta a casa, lo aspettano una bella poltrona e una coperta morbida, giusto il tempo di rilassarsi, chiudere gli occhi e… Matthieu Maudet, come sempre, sorprende, incanta, strappa un sorriso complice a tutti i papà, e non solo!

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!