La balena misteriosa

Il padre di Cuno e Aia racconta loro di aver visto, una volta, una balena gigantesca, sei volte più grande della loro casa. Da allora, Cuno non fa che sognare di vederla e, una mattina, prende il kayak di suo padre e scivola silenzioso nella baia; vuole andare a cercare la balena nell’immensità delle acque artiche! I gabbiani volano sulla sua testa e, nel silenzio, non si sente che lo splash ritmato dei remi. Ma, a un tratto, Cuno si rende conto che la sua sorellina lo ha seguito nascosta nel kayak e non vede l’ora di prendere parte all’avventura. Cuno non è affatto contento ma non immagina quanto Aia sarà importante nell’incredibile, commovente, scoperta che li aspetta.
Casa editrice:
Fasce d’età:
Categoria:
Autore/i: Daniel Frost
Illustrazioni: Daniel Frost
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 1 Media valutazione: 4]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Siamo nel profondo Nord e a Cuno e Aia piaceva ascoltare le storie che raccontava il loro papà, una in particolare, quella di una misteriosa gigantesca balena che tanto tempo fa si aggirava in quelle acque. Il padre riferiva loro di averla vista una volta quando aveva più o meno la loro età, ma che nessuno la vedeva da molto tempo e non si sapeva più niente di lei. Ovviamente, tutto ciò accese la curiosità dei due bambini, che da quel momento tennero gli occhi fissi sull’oceano di fronte a loro alla ricerca di qualche segno della balena. Cuno prese la questione molto seriamente, se era tutto vero era impossibile che nessuno l’avesse più vista. Anche Aia avrebbe voluto aiutare il fratello nelle ricerche ma Cuno preferiva fare da solo.

Un giorno Cuno prese il kayak di suo padre e si mise a perlustrare la baia. Nel silenzio, Cuno sentiva solo il ritmo dei suoi remi sull’acqua, quando ecco che all’improvviso dal fondo del kayak saltò fuori sua sorella. Da quel momento addio silenzio! Aia era troppo eccitata per stare zitta e Cuno aveva paura che ciò avrebbe interferito col successo della sua missione. Quando il ghiaccio si fece troppo spesso i due bambini scesero a terra e Aia se ne andò un po’ in giro ma, improvvisamente, la lastra di ghiaccio in cui si trovava cedette scivolando lontano. Cuno impaurito e preoccupato osservava la sorella allontanarsi nel mare blu e cercava di raggiungerla a bordo del kayak. A un certo punto la lastra iniziò a dondolare e Cuno pensò che la sorella fosse spacciata. Aia guardò sotto la lastra, indovinate cosa vide?

Non vi svelo il finale, però tenete bene a mente, bambini, che per quanto possa essere fitto un mistero e grande la vostra volontà di risolverlo, è sempre meglio avere un partner durante un’impresa che lavorare da soli, in questo modo sarà più probabile ottenere un buon risultato. Adesso tuffatevi tra i meravigliosi blu delle illustrazioni, magari non da soli: perché non andate a chiamare i vostri fratelli o sorelle?

Ti è piaciuto

"La balena misteriosa"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Favole - Babalibri

Favole

Arnold Lobel presenta una raccolta di venti racconti, ascoltabili grazie all’audiolibro incorporato.

Piccolo Pittore-Babalibri

Piccolo pittore

Per Natale Étienne riceve un regalo inaspettato: una scatola di acquerelli. Il piccolo protagonista scoprirà presto che si tratta di acquerelli magici!

cop-1091x1536

Lucky Joey

Lo scoiattolo Joey vive in un grande parco di New York. Fa il lavavetri sui grattacieli, uno dei lavori più rischiosi in città. Quando la fortuna d’improvviso lo abbandona, i suoi sogni, condivisi con la fidanzata Lena, sfumano nell’arco di poche ore. Sarà l’amicizia di un grande orso buono a regalargli un sogno ancora più bello.

copPapa-1020x1024

Dai papà!

Cosa succede a un papà quando il suo piccolo, di prima mattina, lo sveglia saltando felice sul letto? Succede che deve correre al parco alla velocità di un aeroplano, giocare a pallone, comperare la merenda, andare sullo scivolo e poi sull’altalena e, mentre tornano a casa, ascoltare i mille progetti per il giorno dopo del suo piccolo, mentre lui lo tiene per mano e gli dice che è il papà più bravo del mondo. Ma finalmente, una volta a casa, lo aspettano una bella poltrona e una coperta morbida, giusto il tempo di rilassarsi, chiudere gli occhi e… Matthieu Maudet, come sempre, sorprende, incanta, strappa un sorriso complice a tutti i papà, e non solo!

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!