Billy e il misterioso tesoro del nonno (Babalibri)

Billy e il misterioso tesoro del nonno

Catharina Valckx, Billy e il misterioso tesoro del nonno, Babalibri

Una nuova storia del piccolo criceto-bandito Billy arricchisce il catalogo Babalibri.

Catharina Valckx, autrice e illustratrice olandese, non è nuova nel catalogo della casa editrice milanese. Sulle nostre pagine vi abbiamo già parlato di due sue titoli che la vedono autrice delle storie di un buffo gatto con un cappello a quadri che sa prendere la vita così come viene (Luigi. Alcuni giorni interessanti della mia vita e Luigi. Il giorno in cui ho regalato una pianta a uno sconosciuto), ma diverse sono le storie di Billy già edite (Zampe in alto!, La festa di Billy e Il bisonte) delle quali la Valckx è sia autrice che illustratrice.

Dov’è il tesoro del nonno?

In Billy e il misterioso tesoro del nonno, l’avventura per il piccolo e simpatico criceto comincia dal ritrovamento di una mappa. Quando la mostra al padre, questi la riconosce subito: è la mappa del tesoro del nonno, ma nessuno è mai riuscito a decifrarla: che sia uno dei suoi tanti scherzi? Nessuno è andato in fondo alla questione fino a quel momento. Billy però non si arrende alla prima difficoltà e chiede aiuto al suo amico Giancarlo, un vermetto che, da bravo conoscitore del sottosuolo, intuisce presto che la mappa non indica delle strade ma delle gallerie sottoterra.

Facendosi guidare da Giancarlo, i due arrivano all’entrata di una galleria: è abbandonata da tempo ma c’è un caschetto con sopra una torcia che fa proprio a caso loro: Billy cerca così di orientarsi sulla mappa mentre il vermetto illumina lui e il percorso.

Mostri, ragnetti, vecchie e nuove amicizie

Il buio delle gallerie mette un po’ paura ai due piccoli amici, anche perché le ombre possono fare brutti scherzi e quello che è un ragnetto può diventare un mostro terribile…

Proprio quando la torcia di vermetto sta per spegnersi, i due arrivano nella casa ben illuminata di una vecchia talpa, di nome Utopia. La talpa ricorda bene il nonno di Billy, erano molto amici.

Il mistero del tesoro è così vicino a una soluzione: che cosa avrà nascosto il nonno nel suo prezioso forziere?

Lo scopriranno tutti insieme, Billy, Giancarlo, Utopia, il papà di Billy e il piccolo lettore, perché il tesoro del nonno non ha molto a che vedere con monete d’oro o gemme preziose ma porta con sé qualcosa di più prezioso, fatto di condivisione, amicizia e allegria. Pur non essendoci più, il nonno è presente in ciò che ha lasciato, che non è solo un qualcosa di materiale, ma un’eredità fatta di calore e condivisione.
Un albo tenero e divertente, consigliato dai 4 anni circa.

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Billy e il misterioso tesoro del nonno (Babalibri)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *