Adotta l’autore – Un convegno per la formazione degli insegnanti

 

Dal 2005 a Pesaro si svolge Adotta l’autore, un progetto di promozione della lettura nato grazie alla collaborazione tra la libreria per bambini e ragazzi Le foglie d’oro e le scuole e le biblioteche pubbliche del territorio. La particolarità di questo progetto è quella di svilupparsi su tre percorsi paralleli, rivolgendosi così a insegnanti, ragazzi e famiglie.

Attraverso numerose e differenti occasioni di incontro e confronto tra bambini, ragazzi, adulti e libri, dove alla base della lettura c’è in primo luogo il piacere dell’ascolto, Adotta l’autore cerca di ridisegnare il rapporto dei ragazzi (ma anche degli adulti) con i libri, facendo rinascere la passione per la lettura che a volte è solo assopita per mancanza di stimoli.

Il programma di quest’anno è veramente ricco (lo trovate online sul sito del progetto) con preziosi appuntamenti, da tenere d’occhio sin d’ora. Proprio per il 7 settembre, infatti, l’associazione Le foglie d’oro ha organizzato il Convegno Come costruire un percorso di promozione della lettura in classe in collaborazione con le famiglie e il territorio, un convegno che inaugura il percorso annuale di Adotta l’autore rivolgendosi a tutti gli insegnanti di Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria.

La giornata sarà dedicata a come progettare un percorso di promozione della lettura nella propria classe, dialogando anche con le famiglie e il territorio, per promuovere la lettura su più fronti (scuola, casa e territorio) in modo da ottenere dei risultati effettivi nella formazione di futuri lettori.

Protagonisti del convegno saranno quattro esperti della promozione della lettura e della letteratura per ragazzi: Anna Pini, illustratrice e graphic designer, Annalisa Strada, docente di lettere presso la Scuola Secondaria di I grado e autrice di numerosi libri per ragazzi, Federica Campi, che si occupa di didattica della lingua presso l’Università di Urbino e che lavora da anni nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie inferiori della provincia di Pesaro e di Urbino con il progetto Scrivo come sono (oltre ad essere scrittrice, del suo ultimo libro abbiamo scritto anche noi) e, infine, Luigi Dal Cin, autore di libri per ragazzi che abbiamo avuto il piacere di conoscere (e di vedere all’opera) nel 2015 a Cagliari per un tour dedicato a uno dei suoi libri (Sotto le ali del vento).

 

Il Convegno avrà luogo a Pesaro nel Teatro Sperimentale

Venerdì 7 settembre dalle 8 alle 18

Il mattino sarà dedicato alle relazioni dei diversi ospiti, il pomeriggio ai laboratori che si ripeteranno in due fasce orarie per consentire ai docenti di svolgerne almeno due. Qui di seguito vi riportiamo il programma della giornata.

Mattino

08.00/08.50 Ingresso, registrazione, consegna materiale, prenotazione pranzo

09.00 Saluti Istituzionali, con l’intervento di: Marcella Tinazzi (Dirigente MIUR Provincia di Pesaro e Urbino), Giuliana Ceccarelli (Assessore alla Crescita), Sara Mengucci (Assessore alla Solidarietà) e Daniele Vimini (Assessore alla Bellezza e alla Vivacità)

09.30 Presentazione Città che Legge / Comune di Pesaro

a cura di Francesca Trebbi

09.50 Presentazione dei relatori e avvio dei lavori

Coordinamento a cura di Stefania Lanari (associazione culturale Le foglie d’oro)

10.00

Mille e un racconto, mille e un modo di salvare la vita

La forza vitale della narrazione

Piccolo spettacolo letterario a cura di Luigi dal Cin

A cosa serve leggere? A cosa serve scrivere? Nel mondo a volte accadono cose terribili: a cosa serve raccontare una storia, che cosa cambia? Perché racconti fiabe che finiscono bene (quando nel mondo reale spesso prevale l’arroganza, la prepotenza, la violenza e le cose finiscono male?

10.30

Il miracoloso e l’avventuroso: categorie del leggere e dell’essere maestri

a cura di Federica Campi

Come la letteratura per l’infanzia e la presenza del maestro permettono e tutelano il desiderio del bambino di esserci.

11.00

Signore e signori, quante storie! Piccoli appunti sullo scrivere per ragazzi

a cura di Luigi dal Cin

Che cosa significa scrivere un testo narrativo per un giovane lettore? Quali sono gli elementifondamentali? Quali i possibili punti di vista dell’autore?

11.30 Pausa caffè

11.50

L’illustrazione nei libri per bambini e ragazzi: vezzo artistico o necessità?

a cura di Anna Pini

Cosa significa illustrare e in che modo si articola il rapporto tra parola e immagine nella letteratura per ragazzi.

12.20

Leggere è come mangiare le verdure: fa bene!

a cura di Annalisa Strada

Favorire l’approccio dei ragazzi al libro nel contesto della scuola.

12.50 Conclusioni, informazioni generali per il pomeriggio

Workshop

14.30 Primo turno workshop

16.15 Secondo turno workshop

Anna Pini

Scuola primaria e secondaria

Per fare un libro ci vuole un albero,

per fare un albero…

È possibile costruire un libro con un solo foglio e riuscire a narrare una storia?

Annalisa Strada

Scuola secondaria

Che fai, storie?!

Strategie di avvicinamento alla lettura e impiego della lettura a scuola

Come passare in maniera ragionevole dalla lettura alla scrittura attraverso esperienzeattive e personali.

Federica Campi

Scuola infanzia e primaria

I bambini scrivono come sono:

idee e sperimentazioni a partire dai libri

Come proporre percorsi di didattica della lingua a partire dall’albo illustrato, tra immagini e parole.

Luigi Dal Cin

Scuola infanzia e primaria

Le caratteristiche di un buon testo narrativo: la descrizione

Come dev’essere realizzata una descrizione per non annoiare? Come si scelgono e sicaratterizzano i personaggi? In questo breve workshop saranno analizzati i processi e gli elementi fondamentali che sorreggono la creazione di tutti i testi descrittivi e, inparticolare, di quelli rivolti a giovani lettori. Con un’ottica operativa che consenta di applicare quanto appreso nella propriaattivitàdidattica.

 

Per ulteriori informazioni su convegno, iscrizione e costo:

telefono: + 39 0721 68612 + 39 373 87 11 114

e-mail: lefogliedoro@libero.it.

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Adotta l’autore – Un convegno per la formazione degli insegnanti"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *