I ripensamenti di J.K. Rowling

Ci ha provato a girare pagina ma sembra proprio che non ci sia niente da fare. J.K. Rowling non riesce a togliersi dalla testa Harry Potter. Ciclicamente infatti torna a parlare del mondo potteriano, con aggiustamenti, rivelazioni, progetti…e ripensamenti. L'ultimo proprio qualche giorno fa.

Proviamo a fare un piccolo riassunto.
Dopo l'uscita dell'ultimo libro nel marzo del 2007, Harry Potter e i doni della morte, già nella stessa estate la Rowling rispose a molte domande su questioni lasciate in sospeso e semplici curiosità. In un'intervista si scopre cosa ne sarebbe stato dei nostri eroi: Harry e Ron provetti auror, Hermione al dipartimento di Regolazione e Controllo per le Creature magiche, Luna Lovegood diventa una naturalista e niente storia con Neville, come sospettavano molti.

Successivamente in una chat con i fan la Rowling rivela altri dettagli sulla sorte dei vari personaggi: Hermione si trasferisce nell'ufficio Applicazione della Legge Magica dove riesce a sradicare le oppressive leggi a favore dei purosangue; Ginny diventa prima una professionista del Quidditch e gioca con le Holyead Harpies, poi corrispondente per la Gazzetta del Profeta; Kingsley riesce a sradicare la corruzione al Ministero della Magia.
E ancora: Dudley la notte in cui fu attaccato dai dissennatori si vede per quello che è; Tonks e Lupin sono stati uccisi da Bellatrix e Dolohv; Harry rivela la verità su Piton e Rita Skeeter scrive il libro Piton: santo o canaglia?; James Potter jr riesce a fregare la mappa del malandrino, e altro ancora.  

Nell'ottobre dello stesso anno c'è l'ennesima rivelazione postuma: Silente era gay. Una notizia che ha dato parecchio materiale di discussione tra fan e non-fan. Chiacchere cui la Rowling risponde di non averlo mai detto prima perché voleva che l'attenzione rimanesse sulla trama.

Una volta terminate le rivelazioni sono arrivati i progetti. Nel 2011 è stato lanciato Pottermore, sito dove vengono rivelati inediti e particolari sul mondo dei maghi conditi da un gioco di ruolo.

Nel settembre 2013 viene annunciato uno spin-off su Harry Potter, una serie made in Warner Bros tratta da Gli animali fantastici, dove trovarli, la Rowling sarà sceneggiatrice. E in rete circolano numerose voci sul fatto che la Warner avrebbe acquistato anche i diritti per Il Quidditich attraverso i secoli e Le fiabe di Beda il bardo.

Tre mesi dopo  la Rowling annuncia sul suo profilo Facebook che sarà realizzato uno spettacolo teatrale dove saranno raccontati i primi anni di vita di Harry Potter, quando viveva nel sottoscala.

Infine qualche giorno fa è arrivato l'ultimo ripensamento/rivelazione che ha fatto il giro del mondo: Harry avrebbe dovuto sposare Hermione.

Quale sarà la prossima pensata dell'autrice?

PS J.K. Rowling dopo l'uscita dell'ultimo libro disse che non avrebbe scritto seguiti su Harry Potter, la storia finiva con l'epilogo 19 anni dopo. Niente da dire, la parola l'ha mantenuta.

L'autore di questo post

Sono tante cose: scribacchina, blogger, bibliotecaria, operatore culturale. Quando ho un attimo di tempo mi piace però leggere e silenziare il caos che mi circonda. Adoro immagini e parole, vado matta per graphic novel, fumetti, manga, albi illustrati, albi senza parole. Ogni tanto leggo anche cose "da grandi", altrimenti i miei cari utenti mi sgridano.

Nessun commento su "I ripensamenti di J.K. Rowling"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *