Il libro più straordinario del mondo (Les Mots Libres)

Canizales, Il libro più straordinario del mondo, Les Mots Libres

Può un racconto cominciare dalla fine?

Il libro più straordinario del mondo è quello che, per ogni bimbo, comincia quando decide di scrivere la trama che vuole seguire e disegnare il mondo in cui vuole vivere.

È un progetto ambizioso quello di Canizales, impegnato a suggerire ai suoi lettori di avere coraggio per intraprendere la propria avventura, la più straordinaria avventura del mondo: dare voce e forma ai propri sogni.

Tutto avviene in un incubo.

Un libro esausto, che non ha più storie da raccontare, comincia a ingoiare tutto. Prima lo fa timidamente, poi diventa sempre più vorace.

Sottrae a Samuel (nome che il libro conosce ma che l’autore ci svela solo alla fine) tutte le sue certezze: i suoi giochi, perfino il pallone; il letto e il libro di Bella che custodisce gelosamente con una dedica tutta per lui.

La sua ingordigia non ha limiti e, forse, ne approfitta per fare merenda, insidiando il nostro protagonista anche in cucina.

Lo stesso Samuel è vittima.

E gli sta bene!

Per troppi anni, dal libro ha solo preso, di quel libro si è nutrito. Ne ha approfittato. Ogni sera, ha preteso storie nuove, favole avvincenti, narrazioni sorprendenti.

A farne le spese insieme a lui, i suoi compagni di stanza: dino, robot e pagliaccio.

Nella pancia del libro, la loro vita prende una nuova direzione.

Dino sogna di essere un drago, e lo diventa a modo suo.

Robot si prepara a partire ma deve fare i conti con la sua natura.

Pagliaccio festeggia da solo il suo compleanno ma non rinuncia ad essere felice.

Un unico svolgimento per tre storie diverse: superare se stessi e osare.

Tutta la coloratissima casa è risucchiata dal libro e quando Samuel viene risputato fuori si ritrova tra pagine bianche, tutte da scrivere. Se nel libro respira a fatica, tornato nel suo mondo di sempre, trova una nuova opportunità.

“Sogna Samuel”, sembra dirgli il libro. “Fallo in grande”, sembra essere l’incitamento.

Samuel è un bambino coraggioso.

Si vede che è abituato a immaginare e a fantasticare, magari prima di addormentarsi con la sua mamma e il suo papà.

E al libro, cui è grato per averlo liberato dall’incubo, restituisce una nuova storia, un’avvincente favola e una sorprendente narrazione: la sua vita, quella che sta per cominciare e che state iniziando a scoprire leggendo Il libro più straordinario del mondo.

Mi resta una curiosità di cui, prima o poi, chiederò conto all’autore. Non sarebbe stato il caso di far intervenire la strega Bella? A lei, sarebbe bastato fare un incantesimo per trasformare l’incubo di Samuel in uno dei tanti pomeriggi di gioco, nella sua cameretta.

Se fosse stato così, però, Dino, Robot e Pagliaccio non avrebbero mai avuto la possibilità di realizzare i loro sogni e Samuel di crescere.

Il libro più straordinario del mondo di Canizales è il secondo libro della collana Alboom! – Gli albi col botto della casa editrice bolognese Les Mots Libres: “storie impertinenti e irriverenti, ma soprattutto un tramite per acquisire quegli strumenti per essere in mezzo al mondo, la porta che conduce il piccolo o grande lettore alla costruzione del proprio sé”.

L'autore di questo post

Nato e cresciuto a Napoli, divento papà a Bologna ormai quarantenne. Racconto storie più o meno ordinarie di un papà alle prese con le sue due figlie. Un'avventura mozzafiato. Una quotidianità ad ostacoli. Un tempo della vita eroico durante il quale non è concesso nessun cedimento. Unica via di uscita: passione e fantasia!

Nessun commento su "Il libro più straordinario del mondo (Les Mots Libres)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *