Quali sono le App che conquistano i bambini?

I bambini adorano la tecnologia: vanno matti per il touch degli smartphone, dei tablet e di qualsiasi altro schermo. Attorno alla loro curiosità e alle loro piccole mani cresce nel frattempo un mercato, quello delle app, sempre più florido e di qualità.

LeaApp pensate per i bambini non sono libri e non sono ebook: sono dei contenitori al cui interno si trovano storie da toccare e da giocare, giochi per imparare e giochi per giocare e basta. Tra le varie aziende produttrici di App, per la qualità della proposta spiccano Chocolapps (ne avevamo parlato qui), Publstudio, Toca Boca. Le app di queste aziende hanno conquistato i bambini: accattivanti dal punto di vista grafico e interessanti nei contenuti.

Tra le varie app spiccano quelle che avvicinano la scienza ai bambini, come l'app sul corpo umano The Human Body che introduce i primi concetti di anatomia, spiegando in modo semplice come funziona il nostro corpo. Un’altra app affascinante è The Ultimate Dinopedia, ad opera del National Geographic, dove sono i dinosauri i protagonisti: una sorta di archivio interattivo per i bambini più curiosi. Per chi ama il cielo e l'astronomia non può non entusiasmarsi per Solar Walk, il sistema solare in 3D, dove è consigliato provare l'app con i famigerati occhialini.

Tra le app che hanno conquistato i bambini potevano mancare le storie? Ovviamente no. La lista di fiabe, favole, cartoni animati riconvertiti in app è molto lunga. Si parte da Hansel e Gretel, a cura di PublStudio, che come molte app-book permette ai piccoli di leggere la storia e giocare toccando lo schermo; tra i cartoni non potevano mancare Tom e Jerry Tube, un'app-canale ufficiale dove è possibile visionare l'intera serie; infine esistono storie nate direttamente in forma app, ma non per questo meno raffinate, un esempio è il celeberrimo Morris Lessmore.

Il tablet, assieme agli smartphone, è diventato dunque un prezioso strumento per i più piccoli, sul quale si può leggere, imparare e anche ovviamente giocare. Tra le app pensate per il pur divertimento è stata segnalata Boom Balloon, dove l'obiettivo è semplice: far scoppiare più palloni possibili. I più nostalgici obietteranno che i bambini dovrebbero giocare fuori e socializzare con altri bambini, magari in strada, come facevamo noi tanti anni fa. Eppure anche noi allora siamo rimasti folgorati da consolle, computer, cellulari…torneremmo indietro?

L'autore di questo post

Sono tante cose: scribacchina, blogger, bibliotecaria, operatore culturale. Quando ho un attimo di tempo mi piace però leggere e silenziare il caos che mi circonda. Adoro immagini e parole, vado matta per graphic novel, fumetti, manga, albi illustrati, albi senza parole. Ogni tanto leggo anche cose "da grandi", altrimenti i miei cari utenti mi sgridano.

Nessun commento su "Quali sono le App che conquistano i bambini?"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *