3 libri da portare in vacanza: un po' di filosofia!

Continuano i nostri consigli di lettura per le vacanze dei ragazzi: volete mettere il piacere di leggere sotto l'ombrellone o sotto le fronde di un albero montano? E se per quest'anno non si può andare via, oggi diamo consigli per prenderla con filosofia!

La Redazione HK

I bambini si fanno spesso delle domande di tutti i tipi. Per gli adulti è un guaio perché, perlopiù, non sanno che cosa rispondere. Oppure danno delle risposte scontate, o parziali, a dire il vero un poco noiose.

Per esempio, mamma che cos’è la vita? La vita? Beh, dunque, la vita è una faccenda complicata…

E’ vero che siamo in estate e fa caldo e la capacità di pensare si riduce di parecchio. I bambini però, non smettono per questo di proporci rompicapi filosofici. Allora, ecco un prontuario di sopravvivenza che suggerisce risposte creative, aperte e divertenti alle loro domande, con il vantaggio, affatto trascurabile, di allenare il pensiero.

Unknown

Il primo titolo è per bambini di 7/8anni.

O- Brenifier, J.Ruiller,  Che cos’è la vita?, Giunti Junior

Un albo illustrato che interroga i bambini sul tema della vita. E’ costruito come una rubrica in cui al posto delle lettere dell’alfabeto ci sono sei domande e, per ognuna, varie risposte.

Che cos’è la felicità? Prendere bei voti a scuola. Fare cose piacevoli. Diventare grandi e ricchi. Avere un sacco di amici. Poter fare tutto quello che si vuole. L’ordine delle risposte può essere anche diverso. Il numero delle risposte può essere anche maggiore e per ogni risposta si possono fare altre domande. Per esempio, che cosa vuol dire fare tutto, ma proprio

tutto quel che si vuole? E’ un merito del libro. Si parte da una domanda di quelle toste –perché esiste l’uomo, perché la vita è così dura, perché moriamo e così via- e in ogni pagina si propongono delle risposte che però, pongono altre domande. Insomma si gioca a pensare e può essere davvero divertente, persino in spiaggia, durante la pausa merenda.

101103_fammiunadomanda

Il secondo titolo è per tutti.

A. Damm, Fammi una domanda, Nuove Edizioni Romane

Questo è un libro impegnativo. Voglio dire, vi sollecita la fantasia. E’ un cartonato quadrato che propone 100 domande e per ognuna un’immagine. Sta a chi gioca inventarsi delle risposte prendendo spunto dalla fotografia oppure dall’illustrazione.

Per esempio, hai mai raccolto qualcosa in campagna? E accanto c’è il ritratto di una bambina che per orecchini ha delle ciliegie. Hai un segreto? E, nell’altra pagina, due bambine che si scambiano confidenze. Quali rumori sento ogni mattina? La pagina seguente raffigura il papà che si lava i denti. E’ un libro che si legge poco, il che sotto l’ombrellone può essere un bel vantaggio, però intavola discussioni belle con chi lo si usa.

Unknown-1

Il terzo titolo è per bambini da 6 anni in poi.

E. Di Marco, Libro di filosofia, LaNuovafrontiera junior

La filosofia, a volte, assomiglia alle fiabe. Poche volte, in realtà, eppure tra i filosofi ci sono stati alcuni, tra cui Platone, che sapevano raccontare storie meravigliose, proprio come i più grandi narratori. Il mito della caverna e il Simposio sono tra queste. Però, ce ne sono anche altre. Il libro ne propone quattro: La caverna misteriosa e Il Simposio  L’uomo più saggio del mondo e Il paese dei paradossi. Brevi racconti per riflettere su cosa è vero e cosa è falso, sull’amore, sulla saggezza. E per conoscere alcuni filosofi famosissimi: Socrate, il suo allievo Platone e Zenone. Da leggere la sera, sul dondolo della veranda. La notte farà germogliare i semi preziosi di queste storie. 

L'autore di questo post

Nessun commento su "3 libri da portare in vacanza: un po' di filosofia!"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *