Una giornata da indiano

Un albo che ci dice moltissimo a proposito dell'importanza per ogni bambino di conquistare un posto nel mondo, di crescere e diventare autonomo.
Casa editrice:
Fasce d’età: ,
Categoria:
Autore/i: Jean-Luc Englebert
Illustrazioni: Jean-Luc Englebert
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

L’autunno Babalibri continua a regalarci piacevoli sorprese, di cui non riusciamo proprio a fare a meno di parlarvi!

Insieme con Palomino protagonista dell’omonimo albo (ve lo abbiamo raccontato qui), ecco fare capolino tra le pagine di un altro piccolo e gradevolissimo albo illustrato la storia di Maxime e dei suoi fratelli. Si intitola Una giornata da indiano, di Jean-Luc Englebert.

La storia

Maxime e i suoi cinque fratelli, in attesa del rientro di mamma e papà che sono andati a fare la spesa in barca, affamati decidono di allontanarsi da casa per andare a pesca e procurarsi così qualcosa da mettere sotto i denti.

Maxime, il più intraprendente tra loro, conosce il posto giusto. Così, indossate le piume da indiano, si mette a capo della spedizione.

I sei fratellini seguono Maxime lungo un sentiero misterioso, nel vento e nella pioggia. Ma – ahimè – la pesca sembra non essere fruttuosa, non subito almeno, e i cinque fratelli, stanchi di attendere che il primo pesce abbocchi, mettono il broncio.

Maxime allora, offeso, decide di andarsene molto molto lontano, e brontolando arriva su una collina, si sdraia nell’erba e inizia a guardare le nuvole sospinte dal vento.

Un po’ per volta arrivano anche gli altri. Dopo una bella dormita disturbati solo dal rumore del vento, riprendono il sentiero verso casa. Ormai è sera e non possono fare a meno di notare le stelle brillare nel cielo: l’Orsa Maggiore sembra stia preparando le frittelle all’Orsa Minore.

I sei fratellini finalmente rientrano a casa, dove ad aspettarli trovano mamma, papà e delle buonissime frittelle calde.

Un percorso di crescita

Una giornata da indiano è una storia breve, leggera, alla cui leggerezza contribuiscono anche le illustrazioni acquerellate e i colori nelle tonalità del mare e della natura. Eppure, nella sua brevità, questa storia dice moltissimo, a proposito dell’importanza per ogni bambino di conquistare un posto nel mondo, di crescere e diventare autonomo, facendosi strada tra le piccole vicende quotidiane che segnano il percorso della sua infanzia.

Maxime decide di assumersi una responsabilità fondamentale, fare da guida al gruppo verso la meta che li porterà a mangiare qualcosa di buono.

Ma, come accade spesso quando si intraprende un percorso mai battuto, la strada può essere piena di imprevisti e la delusione è dietro l’angolo.

Per fortuna, quando a seguirti sono i tuoi cari, fare pace è semplicissimo e i litigi durano poco e altro non sono se non un momento di crescita da condividere con loro.

Non vi resta che immergervi nel clima festoso dell’isola di Maxime e provare, come lui, ad affrontare l’avventura che si chiama crescita.

Ti è piaciuto

"Una giornata da indiano"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Piccolo Pittore-Babalibri

Piccolo pittore

Per Natale Étienne riceve un regalo inaspettato: una scatola di acquerelli. Il piccolo protagonista scoprirà presto che si tratta di acquerelli magici!

cop-1091x1536

Lucky Joey

Lo scoiattolo Joey vive in un grande parco di New York. Fa il lavavetri sui grattacieli, uno dei lavori più rischiosi in città. Joey è agile, veloce e ama il suo mestiere: con quello che guadagna, un giorno, lui e Lena, la sua fidanzata, si sposeranno e faranno un viaggio meraviglioso volando più in alto delle nuvole. Ma la fortuna d’improvviso li abbandona e ogni loro sogno sfuma nell’arco di poche ore. Sarà l’amicizia di un grande orso buono, insieme a fantasia e coraggio, a regalare loro un sogno ancora più bello.

copbalena-895x1024

La balena misteriosa

Il padre di Cuno e Aia racconta loro di aver visto, una volta, una balena gigantesca, sei volte più grande della loro casa. Da allora, Cuno non fa che sognare di vederla e, una mattina, prende il kayak di suo padre e scivola silenzioso nella baia; vuole andare a cercare la balena nell’immensità delle acque artiche! I gabbiani volano sulla sua testa e, nel silenzio, non si sente che lo splash ritmato dei remi. Ma, a un tratto, Cuno si rende conto che la sua sorellina lo ha seguito nascosta nel kayak e non vede l’ora di prendere parte all’avventura. Cuno non è affatto contento ma non immagina quanto Aia sarà importante nell’incredibile, commovente, scoperta che li aspetta.

copPapa-1020x1024

Dai papà!

Cosa succede a un papà quando il suo piccolo, di prima mattina, lo sveglia saltando felice sul letto? Succede che deve correre al parco alla velocità di un aeroplano, giocare a pallone, comperare la merenda, andare sullo scivolo e poi sull’altalena e, mentre tornano a casa, ascoltare i mille progetti per il giorno dopo del suo piccolo, mentre lui lo tiene per mano e gli dice che è il papà più bravo del mondo. Ma finalmente, una volta a casa, lo aspettano una bella poltrona e una coperta morbida, giusto il tempo di rilassarsi, chiudere gli occhi e… Matthieu Maudet, come sempre, sorprende, incanta, strappa un sorriso complice a tutti i papà, e non solo!

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!