Il tempo dei maghi (Rizzoli)

Xar, 12 anni è un Mago ma non possiede ancora poteri, anche se coraggioso. Col suo gruppo di creature fatate, entra nella foresta proibita a caccia di una Strega che, convinto, si nasconde lì dentro. Ma il piano dl cattura non funziona e la trappola che prepara imprigiona Invece Desideria, sua coetanea, Guerriera goffa e pasticciona, proprio come lui.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

il tempo dei maghi

Cressida Cowell, Il tempo dei maghi, Rizzoli

Questo romanzo è semplicemente delizioso: non solo per la divertente, magica e avventurosa trama ricca di sottotesti, ma anche per le illustrazioni che l’arricchiscono, permettendo al lettore (di qualsiasi età!) di calarsi totalmente nel fantastico mondo creato da Cressida Cowell, in cui troviamo due fazioni apertamente in guerra, quella dei Guerrieri e quella dei Maghi, e una serie di popoli e luoghi satellite dai nomi buffi, cupi o semplicemente magici (territori mucosi, bosco malefico o scogliere dell’Eternità, per fare un esempio).

La storia è quella dei due giovani rappresentanti delle fazioni opposte: Desideria, ragazza Guerriero che possiede, suo malgrado, la magia e vuole nasconderlo, credendo che tutto ciò che è magico sia anche estremamente pericoloso, e Xar, giovane Mago senza Magia, che farebbe di tutto, invece, per ottenerla. I due si ritroveranno a stringere un improbabile sodalizio, che porterà entrambi a conoscere, all’inizio forzatamente e poi con sempre maggiore curiosità, il mondo dell’altro. Nel frattempo, qualcosa di sinistro e molto cattivo si sta risvegliando e Desideria e Xar si ritroveranno ad affrontarlo, uniti in una lotta che si preannuncia piena di pericoli e colpi di scena. Le streghe, infatti, sono nemiche sia dei Guerrieri che dei Maghi, si credevano estinte forse non lo sono del tutto. Come distinguerle? Hanno le piume, non le vedi se non quando sei già quasi fritto e hanno sangue verde.

Ho apprezzato davvero tanto l’idea dell’autrice di far rappresentare la fazione dei Guerrieri da una ragazzina: è un segnale importante che l’autrice invia alle giovani lettrici e ai giovani lettori. Niente principesse in pericolo, ma giovani guerriere che sanno il fatto loro. Il messaggio “femminista” è chiaro in diversi punti del libro. Ma è anche una bellissima storia di amicizia, apertura mentale, affronta temi importanti come la diversità, i sospetti, i rapporti padre/figlio. Per questo ritengo possa adattarsi a diverse fasce di lettori: i più giovani si godranno l’avventura e le bellissime illustrazioni, i più grandi potranno dare la caccia ai tanti e bellissimi messaggi che l’autrice ha sparso nella trama.

Il romanzo è il primo volume di una serie.

Ti è piaciuto

"Il tempo dei maghi (Rizzoli)"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!