L’undicesimo passo

Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

lundicesimo-passo-234178

 

Uno. Non è chiaro da che parte si apra. Quale è il verso giusto? Nel tentativo di scoprirlo, ho rigirato tra le mani più volte il libro. Ho capito, già al tatto, che nulla è come sembra in questa storia.

Due. Spesse linee nere attraversano le pagine per tutta la loro altezza, sovrapponendosi alle scene disegnate e costringendo lo sguardo tra una sbarra e l’altra. E se ad essere in gabbia fosse il lettore?

Tre. Non è chiaro quanto grande sia la gabbia e quanto spazio abbia a disposizione il cucciolo di leone per spostarsi ma è lo spazio sufficiente a compiere solo dieci passi. Unica compagnia e svago: la sua coda.

Quattro. Il guardiano dello zoo, dopo aver portato come da consuetudine bere e mangiare, lascia aperta la gabbia. Distratto o complice?

Cinque. Il leoncino, nato in cattività, trova la libertà ma non ne conosce il valore e, prima di compiere l’undicesimo passo, si addormenta all’ombra di un grande cespuglio di lillà.

Sei. Alcuni abitanti della città, spaventati, si preoccupano di non poter più andare liberamente al parco o in montagna ma altri gioiscono per l’opportunità che si è presentata al cucciolo. Sembra quasi che desiderino per loro questa possibilità. Non sono già fuori dalla gabbia?

Sette. Nessuno ha mai insegnato al leoncino a compiere l’undicesimo passo e quando, al risveglio, sente l’odore del cibo, rientra nella gabbia.

Otto. La notizia del ritorno tra le sbarre è presto data a tutti gli abitanti. Qualcuno è sollevato per lo scampato pericolo ma qualcuno prova tristezza e, forse, un po’ di delusione per la scelta.

Nove. Il leoncino cresce senza mai aver potuto assaporare la libertà e senza mai aver avuto la possibilità di conoscere posti e cose meravigliose. Anche i suoi cuccioli crescono compiendo non più di dieci passi.

Dieci. Il più piccolo. però, è curioso e prova a mettere il musetto fuori dalla gabbia, nella speranza di poter, un giorno, far crescere i suoi cuccioli tra le montagne.

Undici. In questa storia, nessuno compie l’undicesimo passo ma tutti sanno che il mondo è molto più grande della piccola gabbia.

Valentina Edizioni ha dato vita ad una collaborazione con l’arte e la cultura persiana per aiutare a superare le differenze e avvicinare mondi lontani.

L’undicesimo passo, scritto da Sousan Taghdis e illustrato da Ali Reza Goldouzian (Valentina Edizioni), ci racconta un’antica storia persiana sulla libertà, una storia moderna che vale per tutte le generazioni.

Leggendola, ho riflettuto su quella che è, forse, la più grande responsabilità che abbiamo come genitori. La libertà va insegnata e, se non educhiamo i nostri figli ad avere il coraggio di scoprire il mondo, il rischio è di condannarli – come forse è avvenuto a noi – a trascorrere l’intera esistenza nella gabbia, a compiacere gli spettatori e a giocare con la coda.

Ti è piaciuto

"L’undicesimo passo"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Un pranzo da lupi, Babalibri, copertina

Un pranzo da lupi

Il lupo Luca cattura un porcellino nel bosco e lo porta velocemente a casa sua per cucinarlo. Contro ogni previsione, però, i due in pochi giorni diventano amici per la pelle

Occupato-Babalibri-copertina

Occupato

I personaggi delle favole sono tutti alla ricerca di un bagno nel bosco, ma l’unico che trovano è occupato!

gigi-delle-caverne-cover

Gigi delle Caverne. Sciamano sarai tu!

Gigi delle Caverne ha solo dodici anni ma è già un grande inventore, stimato da tutto il villaggio di Bleaaak. Quando il grande Sciamano Shabadoo scompare, cominciano i guai!

malombre-castagna-01

La notte delle malombre

Tratto da una storia vera, “La Notte della Malombre” racconta di un treno, della Seconda Guerra Mondiale, di ombre malvagie e dei sogni di tre ragazzi: Brando, Nora e Rocco.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!