Le valigie di Auschwitz: dalla libreria al teatro

In libro per Kids di Daniela Palumbo nato dopo una visita ad Auschwitz arriva anche a teatro: per non dimenticare, MAI.
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Una visita al campo di sterminio di Auschwitz ha cambiato la vita a Daniela Palumbo. In lei nasce il desiderio di raccontare le storie immaginate ma tragicamente realistiche, che le attraversano la mente in quell’occasione.

Pensa così a quattro bambini che nell’Europa dilaniata dalle leggi razziali vivono sulla loro pelle l’orrore della deportazione: questo è Le valigie di Auschwitz, un romanzo intenso (ora anche in ebook) che porta il lettore – Kid o adulto –  a riflettere su un capitolo della storia che NON deve e NON può essere dimenticato. Un’opera indirizzata ai ragazzi dedicata alla Shoah, dalla quale emerge uno stile asciutto e lucido che commuove e vuole fare riflettere: un segnale in più per non dimenticare l’orrore dei campi di sterminio.

image003

Dopo aver vinto come testo inedito il Premio letterario Il Battello a Vapore nel 2010 – concorso rilanciato dalle edizioni Piemme dopo un decennio dallociclo di premi che aveva rivelato nuovi talenti della letteratura per ragazzi – nel 2011 ha partecipato a numerosi premi letterari e ha conquistato il primo posto nel premio Laura Orvieto, ne Il Gigante delle Langhe e Le Terre del Magnifico. Inoltre, il libro ha ricevuto un riconoscimento non indifferente nell’ambito della letteratura per ragazzi: è  fra i dodici titoli italiani entrati nel catalogo della selezione europea White Ravens 2012, a cura della Jugendbibliotek di Monaco.

Le valigie di Auschwitz è ora diventato anche uno spettacolo teatrale, a cura del Teatro del Sole: il testo per le scene è firmato dalla stessa autrice Daniela Palumbo e dal regista della compagnia, Antonio Rota. I racconti rappresentati sono tre: la storia francese con Emeline, la Polonia con Dawid e, infine, quello italiano, con il protagonista Carlo.

 In concomitanza con la ricorrenza del Giorno della Memoria, lo potete vedere il 7 febbraio, presso il Comune di Nonantola, Modena, ma stanno per essere annunciate molte altre date!

Ti è piaciuto

"Le valigie di Auschwitz: dalla libreria al teatro"?

Allora potrebbe interessarti anche...

verita-mason

La verità secondo Mason Buttle

Mason Buttle ha 12 anni ed è vittima dei bulli di scuola. Inoltre, si porta addosso la colpa della morte del suo migliore amico. Questa è la sua verità.

la fine giunti

La fine

Due mesi e il mondo finirà: questa è la premessa di “La Fine” di Mats Strandberg, protagonisti gli adolescenti Simone e Lucinda.

cino e tempesta

Cino e Tempesta

Le prime due avventure di “Cino e Tempesta”: un bambino, un piccolo cane, mille guai e tanto divertimento.

cara-bertilla-bordo-del-sottomarino-Copertina

Cara Bertilla… A bordo del sottomarino

Bertilla ha un grande sogno: esplorare il fondo degli oceani, dove spera di incontrare tante creature straordinarie. Soprattutto il calamaro gigante, grande come una casa. Per farlo, però, ha bisogno d’aiuto.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!