Il volo della famiglia Knitter / Guia Risari-Anna Castagnoli

Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Forse – si diceva la famiglia Knitter – il loro volo non sarebbe mai finito. Forse, una volta che hai imparato a volare non puoi più restare a terrail-volo-della-famiglia-knitter_cover

Il volo della famiglia Knitter è azzurro e leggero, come il cielo.

Volare è un attitudine dell’anima, ma quando la famiglia Knitter si alza in volo la prima volta non lo fa certo metaforicamente: guidati dal loro canarino in un pomeriggio di caldo irrespirabile, i Knitter guardano il cielo, aprono le braccia e si librano nell’aria. Certo, all’inizio ci si può far male, quando ancora non si è trovata la misura delle proprie ali e lo slancio del corpo non si accorda alle correnti incorporee: volare, in fondo, non significa cambiare se stessi e così ognuno vola con il proprio stile.

Papà ha il fisico stagno e pesante di tutti (o quasi) i papà e perciò tiene la rotta, preciso e saldo come un condor. Mamma è una tortora leggiadra. Il figlio Knitter senior sbatte le ali inquiete come un passero e Knitter junior frulla come solo le rondini, con le loro volute strette, sanno fare. Anche cane e gatto annaspano nel liquido del cielo. La famiglia Knitter, che vola dietro un canarino, forse non è elegante, certo è uno spettacolo insolito, ma che importa quello che gli altri pensano, quando sai volare?

Tra i colori pastello delle pagine, tra i tratti veloci di disegni che sembrano portati dal vento, i Knitter viaggiano “in modo economico, naturale e divertente”. Sorvolano “laghi scintillanti, boschi fitti come tessuti”. Fanno sosta sulle nuvole, sempre più in alto di tetti e ciminiere dentro cui muore qualsiasi altezza di cielo.

Vagano sui flutti salati del mare in tempesta. Volano verso un’isola che emerge in mezzo all’acqua, come l’isola di un paradiso perduto. Atterrano su “cuscini di muschio”. Si tuffano nell’erba. Com’è facile la felicità.

Ma giunge sempre il momento del ritorno.

I Knitter guardano l’orizzonte, si guardano, il canarino li guarda. Aprono le ali della loro anima e s’immergono in un volo oltre l’orizzonte.

Una destinazione non c’era. C’era solo la gioia di volare.

Il volo della famiglia Knitter, scritto e illustrato da Guia Risari e Anna Castagnoli (edito in Italia da Bohem Press) è un album illustrato in cui la gioia di fondersi con la natura è raccontata attraverso le immagini più che le parole: nel blu denso su cui si chiude il volo infinito della famiglia Knitter proviamo anche noi, infinita, la voglia di volare.

Ti è piaciuto

"Il volo della famiglia Knitter / Guia Risari-Anna Castagnoli"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Un pranzo da lupi, Babalibri, copertina

Un pranzo da lupi

Il lupo Luca cattura un porcellino nel bosco e lo porta velocemente a casa sua per cucinarlo. Contro ogni previsione, però, i due in pochi giorni diventano amici per la pelle

Occupato-Babalibri-copertina

Occupato

I personaggi delle favole sono tutti alla ricerca di un bagno nel bosco, ma l’unico che trovano è occupato!

gigi-delle-caverne-cover

Gigi delle Caverne. Sciamano sarai tu!

Gigi delle Caverne ha solo dodici anni ma è già un grande inventore, stimato da tutto il villaggio di Bleaaak. Quando il grande Sciamano Shabadoo scompare, cominciano i guai!

malombre-castagna-01

La notte delle malombre

Tratto da una storia vera, “La Notte della Malombre” racconta di un treno, della Seconda Guerra Mondiale, di ombre malvagie e dei sogni di tre ragazzi: Brando, Nora e Rocco.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!