Il bell’addormentato – Sinnos

Walter dorme sempre: a scuola, all’acquario, mentre gioca a tennis, alla festa del suo compleanno…e non servono a nulla trombe, sirene, specialisti del sonno, medicine magiche. Chi riuscirà a svegliare il bell’addormentato?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Pieter Gaudesaboos e Lorraine Francis, Il bell’addormentato, Sinnos

Qual è il nemico peggiore di ogni bambino? È facile, vi do degli indizi: presenza scenica pari a quella di un narcolettico, sguardo perso nel vuoto, volontà azzerata e voglia di vivere saltami addoso… cos’è? La NOIA, ovviamente. I nostri piccini la detestano quasi quanto i broccoli. All’improvviso lei arriva e non c’è più gioco che tenga. Puoi avere in casa 25 console per videogiochi, 15 Barbie, 10 piste per macchinine, così tante costruzioni da poter ricostruire la Muraglia Cinese, palloni, racchette, mazze da golf, guantoni da baseball, niente, loro stanno lì e con sguardo da pesce lesso ti chiedono: “E adesso che faccio?”. E tu, genitore puoi proporre passeggiate, giri in biciclette, viaggi interstellari, letture, ma nulla, ti sentirai rispondere sempre NO. E nell’ansia di trovare un ‘occupazione al pargolo piagnucoloso, il genitore entra nel panico e inizia a pensare che forse avrebbe fatto bene a comprare quell’enorme tappeto elastico e che doveva proprio creare una pista per kart in giardino.

Insomma, tutti, grandi e piccini, quando arriva la noia, non sanno più cosa fare, in tutti i sensi. Succede così anche al protagonista dell’albo che vi presento oggi, Il bell’addormentato di Pieter Gaudesaboos e Lorraine Francis, per Sinnos. Walter vive all’ultimo piano di un bel palazzo con la sua mamma e il suo papà. Ma ha un problema: si addormenta ovunque. A scuola, in visita all’acquario, mentre gioca a tennis, al cinema e perfino alla sua festa di compleanno. I suoi poveri genitori non sanno più cosa fare per svegliarlo, non bastano bande intere di suonatori, non servono medicine, scienziati, grandi esperti del sonno. Ogni tentativo di risvegliarlo risulta vano, Walter continua a dormire beatamente senza accorgersi di nulla. Un giorno però un dolce cagnolino entra in casa e Walter all’improvviso si sveglia con tanta, ma proprio tanta voglia di giocare e di non fermarsi più. Perché la noia non ti becca quando non sei da solo, non hai tempo di annoiarti quando hai un amico vicino, anche se ha  4 zampe!

Un consiglio, aguzzate la vista mentre leggete la storia di Walter, scoprirete dettagli curiosi tra le bellissime illustrazioni.

Ti è piaciuto

"Il bell’addormentato – Sinnos"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!