I gemelli Tapper di Geoff Rodkey

Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Divertente, intelligente, si legge d’un fiato.
Sono stata davvero felice di aver letto questo simpaticissimo libro che parla di una guerra, di com’è nata e di come si è sviluppata e che insegna una cosa importantissima: le guerre possono nascere per motivi diversi, la cosa che le accomuna tutte è che sono l’azione più stupida e meno indicata per risolvere un problema!

TITOLO: I gemelli Tapper
AUTORE: Geoff Rodkey
PAGINE: 249
PREZZO: 12,75 /cartaceo – 7,49/ebook
EDITORE: Fabbri Editori

Claudia e Reese sono gemelli, ma sono completamente diversi l’uno dall’altra. Claudia è intelligente, precisa, va bene a scuola ed è timida (anche se molto molto agguerrita), è impegnata “politicamente” e ha delle amiche molto intelligenti. A Reese, invece, piacciono i videogiochi, è benvoluto da tutti a scuola, non ama molto studiare e ha un amico stupidissimo di nome Xander.
Questa è la storia di come Claudia e Reese hanno iniziato a farsi la guerra, a colpi di dispetti (alcuni davvero tremendi!). I motivi? Nessuno li sa benissimo.
Reese sostiene che è nato tutto la mattina in cui Claudia ha mangiato l’ultima merendina (quella che spettava a lui). Claudia nega che abbia mai mangiato quella merendina e dice che la guerra è iniziata sempre quel giorno, quando Reese in mensa ha accusato Claudia davanti a tutti (e soprattutto davanti al ragazzo per cui ha una cotta!) di aver scoreggiato… sì, proprio così! Uno scherzo crudelissimo, che regala a Claudia il soprannome di “Principessa Scoreggiona”. Da quel momento, Claudia decide di vendicarsi… come? Mettendo un pesce morto nello zaino di Reese e facendolo puzzare per giorni. Peccato che tutto ciò che per Claudia è da considerarsi crudele e umiliante, non lo sia per Reese… finché Claudia non capisce qual è il punto debole di suo fratello! I videogiochi… uno in particolare: MetaWorld, un videogioco in cui i giocatori possono creare ambienti tridimensionali su pianeti progettati da loro stessi… è qui che Claudia decide di pianificare la totale disfatta di suo fratello!

Il pregio di questa storia è l’incredibile ironia: adoro Claudia e adoro anche Reese, attraverso ciò che dicono (tutto il romanzo è strutturato come una serie di interviste registrate da Claudia e stampate, compresi i messaggi che si sono scambiati sui telefoni i loro genitori e le testimonianze di amici e baby sitter!) e man mano che la guerra va avanti impariamo a conoscerli, a capire i loro caratteri e ad amarli. Esilaranti i messaggi che si scambiano i genitori, che sembrano vivere in mondi completamente diversi e che sono un po’ adolescenti anche loro.

Il messaggio finale è, naturalmente, un messaggio di pace: la guerra è stupida, soprattutto fra fratelli (ma questo pensiero può essere allargato al mondo intero), a volte basta parlare, per capirsi, chiedere scusa e ammettere i propri errori è un passo decisivo verso la pace e la tolleranza e, in definitiva, si può essere diversi ma volersi bene ugualmente e convivere pacificamente. È un’avventura moderna “alle porte di casa” che sfrutta mezzi che conosciamo benissimo (Facebook e YouTube, ad es. qui conosciuti con nomi diversi) e va dai soliti dispetti al cyberbullismo.

Ho letto da qualche parte che questo è solo il primo di una serie di libri con protagonisti i due gemelli terribili: bene, non vedo l’ora di leggere il resto!

Ti è piaciuto

"I gemelli Tapper di Geoff Rodkey"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Il mio amico extraterrestre, copertina, Valentina edizioni

Il mio amico extraterrestre

Il nuovo compagno di scuola è decisamente fuori dall’ordinario, non fa altro che chiedere “Perché?” per qualsiasi cosa. Le cose si fanno così, tutti le fanno così, ecco perché.
Ma se il nostro non fosse l’unico modo di vedere le cose?

Beisler-Buchholz-Cè-un-tempo-per-ogni-cosa-cover-HD

C’è un tempo per ogni cosa

Ispirato dai celebri versi dell’Ecclesiaste, Quint Buchholz riflette sul tempo e sul suo incessante incedere con tavole visionarie e simboliche, di grande intensità.

alfabetiere

Alfabetiere delle fiabe

Alcune storie non smetteranno mai di essere raccontate.
Un volume prezioso, per testi e illustrazioni, opera di Fabian Negrin.

passione libri

Passione Libri

Un libro può avere dei poteri straordinari. Tutti gli affetti da “Passione Libri” lo sanno benissimo e lo hanno sperimentato, come la protagonista delle vignette di Debbie Tung.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!