Cursed (Mondadori)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Thomas Wheeler, Cursed, Mondadori

Si dice che chiunque brandisca la Spada del Potere sarà l’unico e solo Re. Ma cosa accadrebbe se la spada scegliesse una Regina? È questa l’idea da cui nasce questa riscrittura della storia di re Artù ad opera di Thomas Wheeler con il contributo del leggendario Frank Miller, fumettista, inventore di Sin City, 300 e Bad Boy, tra gli altri, e regista di 300 Sin City (entrambi tratti dai suoi fumetti omonimi). La bellezza di questo volume, oltre che per la luce diversa gettata su un mito famoso, quello di Artù, è proprio nella presenza di magnifiche opere d’arte originali a colori e in bianco e nero firmate dall’artista americano.

Su Netflix è disponibile, inoltre, la serie TV tratta dal romanzo.

Cursed di Thomas Wheeler: la storia

La storia ha come protagonista Nimue, quella che nel Ciclo di Artù è conosciuta come la Dama del Lago. Nella tradizione più nota è proprio la Dama del Lago a consegnare ad Artù Excalibur. In questa nuova e moderna versione della storia, Nimue non vede l’ora di lasciare il suo villaggio, dove è cresciuta come un’emarginata a causa del suo intenso legame con la magia oscura. Quando, però, gli abitanti del villaggio vengono massacrati dai Paladini Rossi, sembra proprio che il destino di Nimue l’abbia accontentata, in maniera molto crudele. La madre, infatti, le affida un’antica spada che la ragazza dovrà consegnare a un vecchio stregone. Dalla riuscita della missione dipende la vita stessa del suo popolo.  Durante il viaggio, la ragazza incontrerà un affascinante mercenario di nome Artù, unendosi al popolo dei Fey nella lotta contro il sovrano corrotto che tiranneggia sul regno. Questo porterà la ragazza a impugnare la spada leggendaria, a inseguire la vendetta e a lottare contro un tiranno, per scoprire finalmente la verità sul suo destino.

Retelling in chiave femminile del ciclo arturiano

La storia è ben scritta, nonostante vi sia un ritmo altalenante, dopo un lento inizio, si fa seguire con piacere. Non sono una fan dei retelling, troppo spesso non sono all’altezza degli originali, ma in questo caso ho molto apprezzato il valore dato a un personaggio estremamente importante come la Dama del Lago. Nimue passa da semplice custode della spada, arma riservata a un maschio, un guerriero degno che la impugnerà, a colei che la impugna e la usa, conducendo gli eventi, mentre Artù diventa un co-primario. Gli archi di sviluppo dei personaggi sono molto belli: intense emozioni, contrasti, crescite e dure perdite da affrontare, ci sono tutti gli elementi del classico romanzo di formazione per ragazzi. Non aspettatevi nulla in comune con il ciclo arturiano, comunque, i nomi e i personaggi sono quelli, ma la storia è completamente riscritta, diversa e guardata in una prospettiva nuova.

 

 

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!