Cronache del Lucca Comics&Games

Il Lucca Comics è alle spalle, fra pioggia, calca, sudore e piedi doloranti: del resto è la prassi, no? Il meglio e il peggio della rassegna di quest'anno!
Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere

Siamo tornati stanchi, raffreddati, coi piedi e le articolazioni distrutte, con le tasche vuote e tanto sonno però possiamo dire che ne è valsa la pena! Quest'anno Lucca ha accolto  più di 200.000 fra appassionati dei fumetti, cosplayer o semplicemente curiosi che hanno letteralmente affollato le strade della città toscana. Non si è riusciti a battere il guinnes dei primati però il record delle presenze è stato nuovamente confermato. Vediamo un po' chi è stato il TOP e cosa si merita invece una nota sul registro delle fiere dei fumetti.

Cominciamo con le cose peggiori:

1. Il tempo. Purtroppo non si può fare molto per quello, siamo sempre a Ottobre, ma quello che è scontato è che se vai al Lucca Comics almeno un acquazzone te lo becchi. Sicuro.

2. La calca davanti al Japan Palace. Dopo tanti anni, ancora non siamo riusciti a risolvere questo problema! La fila fuori dal Japan Palace sembra sempre un' ammucchiata senza capo né coda, e anche se si fa di tutto per mantenere un certo "ordine" c'è sempre qualcuno che se ne approfitta. 

3. Gli albergatori che alzano ogni anno i prezzi. Buuuh! Lo so che per voi è una gran cosa, ma ad un certo punto basta! Un po' di fair play!

E ora il TOP: chi sono i vincitori del Lucca Comics&Games 2014?

1. I web comics. Drizzit, Zerocalcare, Jenus, Sacro&Profano, Sketch&Breakfast e tanti altri: sono stati loro  (e i loro autori) ad animare quest'anno più che mai il comics, confermandosi per l'ennesima volta un fenomeno inedito , ossia opere nate e tramandate sul web trasferite poi sul cartaceo. I loro autori hanno fatto trepidare per ore i fans desiderosi di autografi. Ne parleremo diffusamente su Balloon, intanto thumbs up!

2. Le sigle della nostra infanzia. Cristina D'Avene feat.  Gem Boy e Giorgio Vanni hanno fatto cantare a squarciagola migliaia di giovani e non più così giovani nel loro concerti di sabato e domenica. Sempre sulla cresta dell'onda. Grandi!

3. Il Games, che quest'anno ha dato del suo meglio mettendo a disposizione dei grandi spazi per appassionati di League of Legends, Pokémon, Just Dance e innumerevoli altri titoli. Ci piace!

Un altro anno è passato ma crediamo che il Lucca C&G avrà ancora molte sorprese in serbo per noi speriamo per molto, molto tempo. 
Ci vediamo il prossimo anno!

Ti è piaciuto

"Cronache del Lucca Comics&Games"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Il mio amico extraterrestre, copertina, Valentina edizioni

Il mio amico extraterrestre

Il nuovo compagno di scuola è decisamente fuori dall’ordinario, non fa altro che chiedere “Perché?” per qualsiasi cosa. Le cose si fanno così, tutti le fanno così, ecco perché.
Ma se il nostro non fosse l’unico modo di vedere le cose?

Beisler-Buchholz-Cè-un-tempo-per-ogni-cosa-cover-HD

C’è un tempo per ogni cosa

Ispirato dai celebri versi dell’Ecclesiaste, Quint Buchholz riflette sul tempo e sul suo incessante incedere con tavole visionarie e simboliche, di grande intensità.

alfabetiere

Alfabetiere delle fiabe

Alcune storie non smetteranno mai di essere raccontate.
Un volume prezioso, per testi e illustrazioni, opera di Fabian Negrin.

passione libri

Passione Libri

Un libro può avere dei poteri straordinari. Tutti gli affetti da “Passione Libri” lo sanno benissimo e lo hanno sperimentato, come la protagonista delle vignette di Debbie Tung.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!