“Color fuoco” di Jenny Valentine (Rizzoli)

Color Fuoco

Color Fuoco di Jenny Valentine è uno young adult edito da Rizzoli (224 pagine, 16,00 euro).

Trama:

Iris, 16 anni, non ha mai conosciuto il padre Ernest, celebre collezionista d’arte, ma soprattutto uomo inaffidabile, a detta della madre Hannah. Ernest ha però una malattia incurabile e Iris viene spedita al suo capezzale per mettere un’ipoteca sull’eredità che Hannah considera il giusto risarcimento all’irresponsabilità del marito. Quando arriva alla villa-museo di Ernest, Iris trova una persona lontana dai ritratti della madre, d’un tratto tutto ciò che credeva di sapere – su di lei e sul padre – sfuma nel nero. A Ernest non rimangono molti giorni ma saranno sufficienti a Iris per capire che c’è un nocciolo di bellezza purissima nei segreti che velano la sua infanzia, e che ce n’è uno altrettanto sfolgorante nel suo futuro tutto da scoprire.

Color fuoco è un romanzo particolarissimo, la storia di un sentimento nascente, quello tra una figlia e un padre, che si incontrano quando lui è in punto di morte. 

Una figlia, Iris, che al padre non aveva mai pensato, avendo sempre creduto che lui avesse abbandonato lei e la madre, Hannah, tanto tempo fa.

Hannah, da parte sua, non è certo un genitore esemplare e, leggendo il romanzo, viene spontaneo chiedersi come Iris abbia fatto a crescere così relativamente tranquilla. Lei e la madre, infatti, non potrebbero essere più diverse: a Iris non interessano i soldi o i vestiti, la fama e la superficialità, cose di cui, invece, la madre vive. Con Hannah e il compagno della madre, Iris ha poco da spartire, lei non ama essere al centro dell’attenzione, non le interessa prevalere e farsi notare, a lei piace solamente passare il tempo con  il suo unico amico, il suo migliore amico. E il fuoco.

A Iris il fuoco piace tanto, inizia così per caso questa sua “passione”, ma la fa sentire viva, speciale. Il crepitio delle fiamme calde, il senso bruciante del fare qualcosa, qualcosa di proibito, il mettere in ordine, ripulire, purificare un luogo grazie al suo fuoco. Quando sta accanto alle fiamme, lei si sente bene, agisce, fa vedere che c’è, è viva, non invisibile, ha dei sentimenti e i comportamenti della madre, nonostante tutto, la fanno soffrire, perchè anche lei ha bisogno di essere e sentirsi amata.

E così, da un giorno all’altro, una telefonata cambia tutto quanto, il ritrovo di un padre, il ricongiungimento con un unomo che Iris non ha mai visto prima, ma che ha il suo stesso sangue, e che sta male.

Con grande sorpresa, quell’uomo sconosciuto, in pochi giorni, regala a Iris tantissimo, frammenti di una vita intera passata lontani, ricordi di una gioventù passata e segreti. Le regala molto, più di quanto abbia avuto dalla madre in una vita intera, e proprio Hannah, che fiuta denaro a distanza, senza scrupoli nemmeno di fronte a un uomo malato e disarmato, che in passato è stato l’amore della sua vita, sarà testimone del ricongiungimento della figlia con il padre perduto.

Color fuoco è la storia di una famiglia ritrovata, di legami solidi nonostante le distanze, e il poco tempo trascorso assieme. Racconta di amicizie solide, che sconfiggono le barriere, e di fuochi vivi, brucianti, che ogni tanto portano anche a qualcosa di buono.

L'autore di questo post

Blogger, accanita lettrice, divoratrice di serie tv e sognatrice incallita. Adoro Londra, i concerti, i dolci e leggere libri, specialmente distopici e fantasy, e aspiro a diventare una studentessa di Hogwarts!

Nessun commento su "“Color fuoco” di Jenny Valentine (Rizzoli)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *