Ago. Storia di un capitano (Biancoenero Edizioni)

Lo hai già letto? Ti è piaciuto? Dicci quanto!
[Voti: 0 Media valutazione: 0]

Non tenertelo per te: condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Aiutaci a crescere


Giulia Franchi, illustrazioni di Massimiliano di Lauro, Ago. Storia di un capitano, Biancoenero Edizioni

Ha i colori giallo-rossi questa novità firmata Biancoenero Edizioni. Il giallo e il rosso si alternano nelle alette e nelle pagine che aprono e seguono la narrazione: sono i colori che identificano da subito una squadra e una tifoseria, ma questo libro va ben oltre gli spalti di uno stadio e parla ai bambini, tifosi e meno, di un uomo, di un mito e di un’idea di sport che, in chi l’ha vista con i propri occhi, ha un po’ il sapore della nostalgia, in chi è più giovane invece è una scoperta dal sapore epico.

In Ago. Storia di un capitano, Giulia Franchi racconta la storia di Agostino Di Bartolomei in poche ed essenziali parole. Ne traccia un ritratto delicato, così come la figura timida e riservata del calciatore sembra richiedere. Non è raccontata la vicenda drammatica legata alla sua morte, ma la sua fine arrivata troppo presto è ricordata nella breve nota biografica a fine volume.

Quello di cui leggiamo, invece, riguarda semplicemente Agostino, per tutti Ago, un bambino timido e silenzioso che un giorno, al campetto, si fa coraggio e chiede ad altri bambini di unirsi a loro nel gioco. Il suo carattere si rivela anche nella scelta del ruolo: mentre tutti vogliono fare gli attaccanti, lui vuole stare al centro del campo e passare la palla. Da quel campetto all’Olimpico, Agostino sarà poi l’indimenticabile capitano della Roma nell’anno dello scudetto (1982/1983), un nome ricordato ancora adesso nei cori della Curva Sud.

A illustrare la storia di Ago è Massimiliano di Lauro, che abbiamo già incontrato sulle nostre pagine per un grande classico della letteratura per l’infanzia, Re Matteuccio I di Janus Korczak. Come per l’autrice (entrambi, nella presentazione a fine volume, si rivelano tifosi romanisti sin dall’infanzia), nel suo lavoro traspare amore e rispetto per la storia raccontata. Una rappresentazione non didascalica ma dinamica e poetica allo stesso tempo.

Ago a Più Libri Più Liberi

Ago. Storia di un capitano verrà presentato il 5 dicembre alle ore 17:30 in occasione della Fiera della Piccola e Media Editoria Più Libri Più Liberi. All’incontro, insieme agli autori, saranno presenti Marisa Di Bartolomei, il giornalista e direttore di Limes Lucio Caracciolo e il giornalista e direttore de Il Romanista Tonino Cagnucci (a moderare l’incontro Giulio Scarpati).

Ti è piaciuto

"Ago. Storia di un capitano (Biancoenero Edizioni)"?

Allora potrebbe interessarti anche...

Un pranzo da lupi, Babalibri, copertina

Un pranzo da lupi

Il lupo Luca cattura un porcellino nel bosco e lo porta velocemente a casa sua per cucinarlo. Contro ogni previsione, però, i due in pochi giorni diventano amici per la pelle

Occupato-Babalibri-copertina

Occupato

I personaggi delle favole sono tutti alla ricerca di un bagno nel bosco, ma l’unico che trovano è occupato!

gigi-delle-caverne-cover

Gigi delle Caverne. Sciamano sarai tu!

Gigi delle Caverne ha solo dodici anni ma è già un grande inventore, stimato da tutto il villaggio di Bleaaak. Quando il grande Sciamano Shabadoo scompare, cominciano i guai!

malombre-castagna-01

La notte delle malombre

Tratto da una storia vera, “La Notte della Malombre” racconta di un treno, della Seconda Guerra Mondiale, di ombre malvagie e dei sogni di tre ragazzi: Brando, Nora e Rocco.

Ti piace Youkid?
Iscriviti alla newsletter!