Wonder Woman – Warbriger (Fabbri Editore)

Wonder Woman – Warbringer

Leigh Bardugo, Wonder Woman – Warbringer, Fabbri Editori

 

Wonder Woman – Warbringer è un sorta di rivisitazione della famosissima eroina amazzone e racconta la storia di due ragazze: Diana e Alia.

Diana è un’amazzone, nata e cresciuta sull’isola di Themyscira, plasmata dalla terra stessa, da sua madre, la Regina Ippolita. In quanto figlia della Regina, però, Diana viene vista dalle sue sorelle amazzoni come un’intrusa, senza alcun diritto di abitare sull’isola e di usufruire della potenza con cui è nata. Per questo sente di dover dimostrare ciò che vale, lavorando ed impegnandosi il doppio.

Diana è infatti dotata di una forza sovrumana, è velocissima, intelligente e bellissima, ha la capacità di riuscire a cavarsela in qualsiasi situazione, grazie alla sua cultura unita alle sue doti di combattente.

Quando Alia, una semplice mortale,  arriva sull’isola a causa del naufragio della sua nave, rischiando di morire affogata, Diana non ci pensa due volte a portarla in salvo, anche se la deve tenere nascosta, e ciò va contro tutte le regole delle amazzoni.

Come ben presto le due ragazze scopriranno, il naufragio di Alia, non è stato casuale, in quanto la ragazza è in realtà una Warbringer, nelle sue vene scorre il sangue di Elena di Troia, la prima portatrice di guerra e sofferenza della storia.

Le due ragazze sono così costrette a collaborare e a partire per salvare il mondo, perché il ruolo di Alia, riguardo le sorti del mondo, è funesto, e rischia di mettere in pericolo tutta la popolazione, se le due ragazze non sistemeranno la situazione.

La collaborazione, prima, e l’amicizia, poi, che nascono tra le due sono indubbiamente la cosa più bella di questo romanzo. Nonostante Diana e Alia siano ben diverse ed appartengano a mondi totalmente differenti (anche per regole, usi, costumi e doveri), loro non trovano grandissime difficoltà nell’instaurare un bel  rapporto. 

Sorella in battaglia, sarò la tua lama e il tuo scudo. Finché respiro, i tuoi nemici non avranno scampo. Finché vivrò, la tua causa sarà la  mia.

I personaggi creati da Leigh Bardugo hanno tutti una caratterizzazione ben delineata, anche quelli secondari, ma la punta di diamante rimangono indubbiamente le due protagoniste: diverse, ma entrambe donne forti e carismatiche, ottimi esempi femminili per il loro valore, il coraggio, l’emancipazione e l’empatia con cui affrontano la loro avventura.

Due eroine totalmente differenti che riescono però ad amalgamarsi perfettamente, creando una sintonia tale da riuscire a cavarsela nella loro mirabolante avventura.

Interessante è l’ambientazione creata dall’autrice per quanto riguarda l’isola di Themyscira: un’isola, popolata interamente di donne forti, combattive e potenti, in cui pace e magia vanno di pari passo con collaborazione e rispetto, anche se Diana viene comunque vista da molte sue sorelle come una “nemica”.

Nel corso della storia, però, l’ambientazione varia molto, mischiando antichità e modernità, passato e presente, viaggiando dall’isola di Themyscira fino alla New York dei giorni nostri. Una cosa interessante del libro, infatti, è stata proprio vedere Diana alle prese con la modernità e la tecnologia attuale, essendo lei abituata  alla vita da amazzone. 

Wonder Woman – Warbringer è un bellissimo romanzo, narrato in un linguaggio semplice, scorrevole ma coinvolgente, che unisce la storia moderna ai miti e alle leggende, in un mix interessante e molto affascinante.

L'autore di questo post

Blogger, accanita lettrice, divoratrice di serie tv e sognatrice incallita. Adoro Londra, i concerti, i dolci e leggere libri, specialmente distopici e fantasy, e aspiro a diventare una studentessa di Hogwarts!

Nessun commento su "Wonder Woman – Warbriger (Fabbri Editore)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *