“Vietato leggere Lewis Carrol” di Diego Arboleda

Javier Urra

WP_20151004_12_34_24_ProDa appassionata e collezionista di Alice nel Paese delle Meraviglie, quando mi sono trovata per le mani Vietato leggere Lewis Carroll non sono riuscita a smettere di sorridere un secondo. Preso, sfogliato, letto tutto d’un fiato e beh… ricominciato.

La storia vede come protagonista Eugène Chignon, una prestigiosa coppia di Manhattan, uno zio perennemente affamato, l’uovo più grande del mondo, Alice Liddel, Peter Davies e una bambina bionda di nome Alice, vestita d’azzurro che sa che le favole sono favole, ma vuole vedere a tutti i costi il Bianconiglio.

Ma non solo, tra i protagonisti, compaiono anche personaggi di cui è severamente vietato parlare e anche quei fatti così piccoli, che distrattamente possono essere persi in mezzo a eventi importanti e realmente accaduti e documentati, come il fatto che, nel 1931, un generale della provincia di Hunan a Shangai avesse proibito un libro: Alice nel Paese delle Meraviglie.

Ed è proprio questo che è chiamata a fare la nostra protagonista, disastratrice di professione, l’istitutrice francese Eugène: proibire ad Alice di mettere mano ai libri di Lewis Carroll o anche semplicemente nominarli.

Una carambola di personaggi eccentrici, domino umani, disastri incontrollabili e – a voi, posso confessarlo – sul finale, una lacrima di commozione e tenerezza ha raggiunto il mio sorriso.

L’edizione Lapis di Vietato leggere Lewis Carroll è decisamente golosa, curatissima con illustrazioni a colori da rimirare con attenzione.

Contagioso come il solletico, il libro di Diego Arboleda, che ha anche vinto numerosi premi, è spassoso, commovente, coinvolgente e pieno di suspense e lo consiglio ai bimbi dagli 8 anni ai 99, ai genitori che vogliono ridere insieme ai propri pargoli e alle istitutrici francesi che devono imparare a mentire.

 

L'autore di questo post

Lettrice compulsiva | Nerd inside&outside | Regina del kitsch | Lanciatrice di unicorni | Seguo troppi telefilm |

2 commenti su "“Vietato leggere Lewis Carrol” di Diego Arboleda"

  1. Pingback: #frullibrìo – Speciale Alice e la mia collezione delle Meraviglie – un post in divenire – L'unicorno, la Daze e l'armadio

  2. Pingback: #frullibrìo - Speciale Alice e la mia collezione delle Meraviglie

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *