Viaggio per Utòpia – La città ideale da colorare

11465

D’una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda

I. Calvino, Le città invisibili

Cosa si potrebbe chiedere alla città che ogni giorno percorriamo in lungo e in largo, per andare a casa o in pasticceria, a scuola, dai nonni o dalla nostra amica del cuore?

Qualsiasi domanda sembra impensabile. Seppure provassi a concentrarmi, chiudendo gli occhi e ripetendo come un mantra “Vorrei un Disney Store sotto casa”, sono abbastanza sicura che non accadrebbe alcunché. Una città è quella che è ed è come la vogliono tutti i suoi abitanti che ne condividono gli spazi, stabilendo regole di convivenza non sempre adatte al nostro modo di essere o alle nostre aspettative.

La nostra città ideale probabilmente non esiste e mai esisterà. Tuttavia potremmo provare a immaginarla, così da costruire Utòpia, ovvero la città dove vorremmo abitare.

La città di Utòpia: istruzioni per l’uso

Utòpia è una città altissima. Serve una buona abilità nell’arrampicarsi e nell’uso dei colori, da tenere sempre in tasca e tirare fuori man mano che si sale su per scale, alberi e insoliti tunnel in cui la gravità diminuisce sempre di più permettendoci di salire ancora e ancora. Attraversare Utòpia significa anche incontrare i suoi buffi abitanti: animali, alieni, pagliacci, operai edili, fantasmini, acrobati ci accompagnano lungo tutto il percorso, ma la nostra speciale guida è un uccellino cinguettante che ci aiuterà a toccare il cielo.

Una città da appendere

Terre di Mezzo regala a grandi e piccini Viaggio per Utòpia – La città ideale da colorare, un divertente colouring book formato leporello lungo due metri, da attaccare alla parete o tenere chiuso in libreria come un libro o ancora svolgere sulla scrivania, in equilibrio su uno dei lati lunghi.

11386

Ciò che rende Viaggio per Utòpia diverso dai comuni libri da colorare consiste nel suo essere anche libro che, usando l’illustrazione, racconta la storia di un bambino in viaggio attraverso la città, inseguendo un uccellino che gli ha rubato il berretto. Il bambino siamo noi che, durante l’inseguimento su per scale e pertiche, iniziamo a dare un colore a ciò che vediamo. Così scopriamo che Utòpia è una città diversa da quelle che conosciamo eppure vicina a noi nella misura in cui racconta di oggetti, personaggi, animali e architetture già presenti nei nostri sogni e nell’immaginario comune.

Gli autori

A raccontare l’intreccio di storie è il tratto ironico di cinque bravissimi illustratori, Davide Abbati, Elia Barbieri, Emilia Patrignani, Stefano Santamato e Giovanni Scarduelli che, in occasione di Fa’ la cosa giusta! 2016, hanno realizzato un’enorme installazione della “città ideale”, invitando i visitatori a lasciare un segno colorato. Da qui è nato Viaggio per Utòpia, un progetto editoriale che è anche un progetto edile molto particolare, ovvero quello di una città creativa in grado di rispondere a tutte le nostre domande.

Non mi resta che augurarci buon viaggio!

 

L'autore di questo post

Pugliese da sempre, vive stabilmente a Maglie da dove ogni tanto si sposta lasciando cadere briciole per terra, nella speranza di poterle un giorno seguire di nuovo. Se dovesse trovare dei funghi in città, li raccoglierebbe come Marcovaldo e seguirebbe carponi un soriano per apprendere i segreti del regno dei gatti. E, come succede a Marcovaldo (uno dei suoi idoli), sebbene affascinata dai segni delle grandi città, il suo sguardo cade sempre sui formicai brulicanti, i germogli, i frutti sugli alberi, cui si legano i suoi desideri, cogliendo lo scorrere del tempo attraverso i mutamenti delle stagioni. Legge di tutto, cammina tanto, scarabocchia animali e paesaggi con un tratto pop e cresce sentendosi sempre più piccola. La letteratura per l’infanzia è per lei la bella illusione di un mondo in cui un’armonia tra l’uomo e l’ambiente è ancora possibile.

Nessun commento su "Viaggio per Utòpia – La città ideale da colorare"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *