Una poesia al mese: dicembre

Benvenuti nello spazio dedicato a un’arte che ci scorre nelle vene ma – e proprio non ci spieghiamo come! – rischia di essere sempre meno letta. Dopo i nostri versi per novembre,  salutiamo di nuovo in coro la signora Poesia! 

I versi che vi proponiamo hanno sempre la particolarità di affrontare, più o meno velatamente, il mondo dell’infanzia: siamo infatti convintissimi che lo sguardo del Poeta sia di fatto lo sguardo di un bambino…

 

(… tre generazioni di donne, ce ne stavamo,
come attorno a un fuoco sul lettone,
e le parole ancora doni di Natale
da scartare; qualche risata
qualche sospiro lungo e grosso, e un tempo
senza tempo tutto stretto intorno);
mentre le nostre bambine
giocavano a carte,
coi capelli scarmigliati,
e il sorriso imperlato di sudore.

L'autore di questo post

Sono nata a Pesaro nel 1974. Sono autrice di una raccolta di racconti, tre libri per bambini e una storia su un re un po' strano che si chiama Arcifungadue, la trovate su Yuri la rivista. Quasi ogni giorno leggo storie ai bambini e ai ragazzi. Studio e lavoro per la costruzione della loro lingua individuale.

Nessun commento su "Una poesia al mese: dicembre"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *