Tutta un'altra musica: Ascoltiamo!

La musica su Hey Kiddo non manca mai, anzi ha uno spazio tutto dedicato a lei. Ma avventurarsi nel mondo della musica è una scoperta continua; per questo viaggio può essere molto utile uno strumento come Ascoltiamo, un invito e un’applicazione allo stesso tempo.

Ascoltiamo è un’applicazione, per iPhone e iPad, pensata soprattutto per educatori, musicisti e genitori (ma nulla vieta ai kids più grandicelli di curiosare) come supporto e sostegno per creare dei percorsi di ascolto musicale per i propri alunni o figli.

Alla base del progetto c’è la Music Learning Theory, ideata da Edwin E. Gordon in seguito a quasi cinquant’anni di ricerche e osservazioni sulle modalità di apprendimento musicale del bambino già dall’età neonatale, partendo dal presupposto che la musica si possa apprendere come si apprende il linguaggio. Lo sviluppo della musicalità è legato alla qualità e varietà di ascolti, sin dall’infanzia, periodo fertilissimo per l’apprendimento; per questo è importante offrire ai bambini, ascoltando insieme a loro, un’esperienza di ascolto musicale ricca, complessa e di qualità.

Dato che è impossibile racchiudere tutto in poche righe, vi consiglio di approfondire l’argomento qui (sito in cui trovate anche informazioni e suggerimenti sull’app). In Italia la Music Learning Theory viene insegnata e divulgata, come unica associazione autorizzata, dall’AIGAM, Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale.

Ascoltiamo, sviluppata da iStartApp, nasce grazie ad Arnolfo Borsacchi, insegnante dell’AIGAM, con la collaborazione di altri insegnanti AIGAM e IEGAM (Instituto Edwin E. Gordon de Aprendizagem Musical – São Paulo – Brasil), ed è la prima applicazione nel mondo a offrire un aiuto per realizzare occasioni d’ascolto condiviso.

Che cosa fa Ascoltiamo?

Sviluppa percorsi musicali, organizzando brevi sessioni di ascolto; l’accostamento dei brani segue principi di contrasto e di esaltazione della diversità, alcuni sono ripetuti nelle diverse sessioni di ascolto per permettere al bambino di riconoscerli pur accostati, ogni volta, in maniera differente.

I brani (più di 270) sono stati selezionati per mezzo di un lungo lavoro di ascolto e di ricerca e spaziano dalla musica classica al jazz, dal rock alla musica etnica.

Ascoltiamo non contiene pezzi in formato mp3, ma rimanda all’acquisto su iTunes o alla ricerca in rete. Questa scelta lascia all’adulto il suo ruolo di educatore: l’applicazione è solo un aiuto per organizzare percorsi e reperire materiale, ma è poi l’adulto a fare le scelte definitive, a controllare il materiale, reperirlo e organizzarlo a seconda del gruppo di bambini per cui si prepara l’ascolto, agli spazi e tempi a disposizione.

E dal momento che alla musica, linguaggio universale, i confini nazionali stanno stretti, l’applicazione è disponibile anche in versione inglese (Let’s Listen) e portoghese (OuviMúsica).

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

1 commento su "Tutta un'altra musica: Ascoltiamo!"

  1. Pingback: Baby DoRe, la musica classica a portata di App! - Hey Kiddo

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *