Toc, toc… casa Fulmino?

Questa casa (nata a Rimini nel 2007) l’ho conosciuta un po’ di anni fa con un libro che si intitola Cita Città e che è una piccola galleria di opere d’arte di stoffa che rievocano nuovi spazi urbani e immaginarie geografie cittadine con un occhio sulle calviniane città invisibili; scrissi alla Fulmino, quella volta, per ringraziarli di un libro così che era semplice e raffinato, un libro perfetto per essere letto e pensato. Insomma uno di quei mondi da cui nascono idee per la creazione e l’espressione di un mondo proprio, individuale.

La Fulmino l’ho amata subito anche per questo motivo: il suo nome è una storpiatura della lingua dei bambini, viene dal pulmino che porta i bambini a scuola e che alcuni chiamavano fulmino, mettendo insieme suono, percezione di velocità e ritmo. Questa lingua qui che bisogna salvare, che diventa l’identità di una casa editrice, a me sembrava e sembra una cosa bella a dir poco.
Non mi sorprende perciò di aver incontrato di nuovo la Fulmino mentre cercavo un educatore straordinario, quale è stato Gianfranco Zavalloni.

Il suo Mare di lune: come si fa a non averlo?
A dover cogliere cosa sia la meraviglia, si potrebbe bene iniziare da una delle sue lune che sono mondi e sogni e piccoli trattati di filosofia.
Potete anche leggere Disegnare la vita, per dare magari nuovi contorni al ruolo dell’educatore e al tipo di mondo in cui vogliamo vivere e far vivere i nostri figli, o anche per cambiare il modo di pensare per cui prima è meglio di dopo e veloce è meglio di lento…

Uh, passa il Fulmino, è il mio numero, devo andare: alla prossima!

IMG_4298

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'autore di questo post

Sono nata a Pesaro nel 1974. Sono autrice di una raccolta di racconti, tre libri per bambini e una storia su un re un po' strano che si chiama Arcifungadue, la trovate su Yuri la rivista. Quasi ogni giorno leggo storie ai bambini e ai ragazzi. Studio e lavoro per la costruzione della loro lingua individuale.

Nessun commento su "Toc, toc… casa Fulmino?"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *