The Pumpkin King

Trick or treat?

Dolcetto o scherzetto? Ma dolcetto, chiaramente!
Croccanti al torroncino, cioccolatini, lecca-lecca colorati, caramelle al mou e tante altre appiccicose leccornie che renderanno i vostri pancini di Kiddies morbidimorbidi. Gustosi, succulenti, pancini teneri da cucinare al forno con qualche patata arrost-… Ehm. Perdonatemi. Un attimo di contegno. Qui si ha da ricomporsi. Che la maleducazione è brutta cosa. Specialmente per gente del mio lignaggio. Che mi scorrerebbe sangue blu nelle vene.
Se le avessi delle vene.

Uno spettrale piacere a voi, e ai vostri grandi occhioni luccicanti (molto buoni anche quelli al forno).
Mi presento: io sono il Re delle Zucche. Alcuni di voi avranno vagamente sentito parlare di me, magari da qualche fratello più grande; altri, invece, già mi conosceranno molto bene; i restanti non devono far altro che aspettare la mezzanotte di stasera per potermi stringere la mano… o quel che di ossuto ne resta.

Perché stanotte, bimbi, è Halloween. La notte delle streghe e dei fantasmi. La mia notte.
Fossi in voi starei molto attento a quel ragazzino travestito da zombie che vi passa di fianco, mentre voi andate per le strade con le vostre lanterne e i vostri amici (tutti mascherati, certamente) a bussare e scampanellare alla ricerca di tesori in saccarosio: la sua bocca sdentata e il suo bulbo oculare maciullato e pendente, potrebbero essere molto più realistici di quanto voi pensiate.

E come la passerete questa notte di Halloween, Kiddies? Attaccati ai campanelli del vicinato – e che sia carta-igienicato il portico se i residenti non vi lasciano almeno tre barrette Wonka nel cestino ; alla festa mascherata di qualche palestra scolastica riarredata per l’occasione; o magari avete organizzato un bel pigiama party con gli amici: i dolci li prepara la mamma e tutti al calduccio nei vostri sacchi a pelo vi sentite più al sicuro?

In questo caso ho un consiglio per voi. Che pigiama party è senza un adeguato film del terrore da guardare con le luci spente, mentre fuori imperversa la “Tempesta di Halloween” ?

No. Non è quello che credete. Non sto per consigliarvi il mio di film. Quello di cui sono indiscusso re e protagonista. Non sono così autocelebrativo, suvvia. Sono qui per consigliarvi qualcosa di molto più speciale che neanche la vostra sorella maggiore forse ricorda. Qualcosa di tradizionale. Una tall tale. Sono qui per parlarvi della storia di Ichabod Crane.

Quella di Ichabod è una storia che ha luogo tanti anni fa’ , non nel Mondo delle Feste più Liete, bensì nella tranquilla cittadina di Sleepy Hollow, precisamente nel 1949, quando nelle sale cinematografiche americane esce Le Avventure di Ichabod e di Mr. Toad, 11° Grande Classico Disney.

E’ la notte del 31 ottobre, e la vita del tranquillo e goloso maestro di scuola Ichabod Crane sta per essere sconvolta in eterno dall’incontro con un terrificante cavaliere dalla zucca al di fuori del comune. Sì, sì. Avete capito proprio bene, bimbi: zucca. E no, non è una metafora. E’ il perdere-la-testa più letterale che conosca. Credevate che di quell’ortaggio arancione se ne facesse soltanto la lanterna che avete in bella mostra, tutta fiera, sul poggiolo? Vi sbagliate, gioie mie. Vi sbagliate di grosso.

Per chi si sente ancora abbastanza coraggioso da voler andare avanti, ecco qui i link del caso:

Parte 1: http://www.youtube.com/watch?v=v2Nx-sYKNQc
Parte 2: http://www.youtube.com/watch?v=dmHmW72901E&feature=relmfu
Parte 3: http://www.youtube.com/watch?v=oHKiiQQZ558&feature=relmfu
Parte 4: http://www.youtube.com/watch?v=hp0XPHbWhBw&feature=relmfu

Per chi preferisce invece fermarsi qua, lo capisco. In fin dei conti questa è solo una vecchia leggenda e voi siete tutti al sicuro nei vostri lettini.
O almeno, così credete…

Auguro una spaventosa e lugubre Notte delle Streghe a tutti voi, Kiddies!

Il vostro, sempre, Re delle Zucche, Jack.

L'autore di questo post

2 commenti su "The Pumpkin King"

  1. Pingback: Re-Kiddo: The Pumpkin King

  2. Pingback: Sul Pezzo: Fake Memoirs e Smarcamenti

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *