Tanti auguri Totoro!

Il 16 Aprile è stato il venticinquesimo compleanno di Totoro, il famoso spirito dell foresta che ha portto tanta fortuna ad Hayao Myazaki e allo studio Ghibli, del quale è diventato anche il logo. Ma comincimo con ordine: Chi è Totoro?

Innanzitutto è il personaggio di un lungometraggio dolcissimo, Il mio vicino Totoro che ha come protagoniste due kidde, Mei e Satsuki, che si trasferiscono in una casa di campagna per stare più vicine alla mamma ricoverata in ospedale. Dopo aver fatto conoscenza con la casa, popolata da adorabili spiritelli chiamati makkurokurosuke ovvero "corrifuligine" (ve li ricordate? Sono presenti anche ne La città incantata, dove sono palline di fuliggine stregate che si nutrono di caramelline a forma di stellina) cominciano ad esplorare anche i dintorni. Mei, la sorellina più piccola, inoltrandosi nel bosco, scopre in una piccola foresta di alberi di canfora una radura magica dove vive Totoro, il custode della natura. Ora, se ne sono dette molte su Totoro, c'è chi dice sia un grosso coniglio o un grosso fantasma peloso o un dio della morte, ma in realtà è stato originariamente pensato come ad un incrocio fra una talpa, un orso e un procione. è un personaggio mitologico che Mei ha visto in un libro di fiabe, una specie di Troll (in giapponese viene pronunciato tororu), che la piccola, avendo solo quattro anni, chiama Totoro.

Totoro adora dormire, suonare l'ocarina sulle fronde degli alberi e volteggiare con la sua trottola magica. I suoi amici sono due piccoli spiritelli simili  lui, uno bianco e uno azzurro, e il Nekobus, un gattone velocissimo a dodici zampe che lo trasporta ovunque. Grazie a Satsuki Totoro scopre una cosa meravigliosa come il suono delle gocce d'acqua sull'ombrello, cosa che lo farà estremamente felice, tanto da regalare alle sorelline un mucchio di semi misteriosi.

Negli anni molti si sono affezionati a Totoro che è diventato come il Winnie The Pooh giapponese. Non si contano i gadgets dedicati a lui: borse, vestiti, giocattoli, pupazzi, articoli di cancelleria, bento box, fino alle statue, mobili, elettrodomestici… Perfino un asteroide della fascia principale porta il suo nome!

Ma di Totoro non colpisce solo l'enorme tenerezza e coccolosità, e lungi da lui essere solo un gadget. Il fatto di insegnare ai bimbi come rapportarsi in maniera positiva con la natura l'ha portato ad essere un simbolo di molte iniziative benefiche atte alla protezione dei fantastici boschi e foreste giapponesi. Il Totoro Hometown Fund Campaign è un comitato che si occupa di preservare intatti i centri rurali giapponesi nella provincia di Saitama. 

Auguri, Totoro. Che tu possa continuare a suonare l'ocarina nel vento e a prenderti cura di chi invoca il tuo aiuto per altri mille anni!

L'autore di questo post

Nessun commento su "Tanti auguri Totoro!"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *