Una sottile linea rosa

Immaginate di correre. Una corsa a perdifiato: il vento vi muove i capelli e l'aria è carica degli odori della festa. Un filo di sudore vi scende giù dalla fronte, ma è piacevole, è il prezzo della fatica. Vi sentite bene. E poi immaginate di chiudere gli occhi per un momento, per respirare a pieni polmoni questo momento perfetto. E in quel breve, brevissimo, istante, inciampate. Non avete nemmeno il tempo di pensare che subito arriva la caduta, disastrosa: graffi, sangue e forse qualcosa di rotto.
Questo è un po' quello che succede a Perla.

61136t-I3KBI991 Annalisa Strada con Una sottile linea rosa, Giunti Junior, ci regala una storia emozionante, vera. L'argomento è un po' come un campo minato di questi tempi, eppure si riesce ad arrivare alla fine senza forzature di alcun tipo, senza condizionamenti, senza ma/però…perché questa è la storia di Perla.
Tutto inizia in un bagno, con un bicchiere d'acqua, un'amica e un test di gravidanza: Perla ha solo 16 anni e quella sottile linea rosa la terrorizza. E più la conosci più ti domandi come possa essere successo; si perché Perla sembra la classica brava ragazza: una bella famiglia, dei buoni voti a scuola, un bel fisico grazie alla corsa che ama tanto. No, se ve lo state domando, Perla non ha nessuna seconda vita. È che a volte succede così, l'insicurezza e gli ormoni giocano brutti scherzi, sopratutto a 16 anni.

Annalisa Strada ci porta dentro la testa di Perla, dentro la testa di questa ragazza spaventata alle prese con una scelta più grande di lei: cosa fare?
In appena 140 pagine facciamo con lei il percorso che la porterà all'unica cosa certa di tutto quanto: la scelta finale è solo sua. Non sarà un percorso facile perché Perla deve districarsi tra genitori assenti ma pieni di aspettative, un'amica un po' invadente e…Cesare. 

Grazie al linguaggio, così spensierato e per nulla pesante, il libro si rende adatto un po' a tutti: agli adolescenti in piena tempesta ormonale e anche a chi è un po' più grande e non sa cosa fare. Perché la storia di Perla è la storia un po' di tutte le donne di fronte a scelte così importanti, non sei mai pronta, però…puoi farcela.

 

L'autore di questo post

Sono tante cose: scribacchina, blogger, bibliotecaria, operatore culturale. Quando ho un attimo di tempo mi piace però leggere e silenziare il caos che mi circonda. Adoro immagini e parole, vado matta per graphic novel, fumetti, manga, albi illustrati, albi senza parole. Ogni tanto leggo anche cose "da grandi", altrimenti i miei cari utenti mi sgridano.

Nessun commento su "Una sottile linea rosa"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *