Smoking kids: in mostra il fumo che invecchia anche i bambini

Smoking kids è il titolo della mostra dedicata ai bambini fumatori: immagini forti, shokkanti, di bambini che si atteggiano da adulti, intenti ad assaporare il fumo di sigari e sigarette. Una personale che sicuramente farà parlare molto e  provocherà reazioni contrastanti nel mondo degli adulti! Scopriamo perché!

 

Frieke Janssens, fotografa belga dallo stile molto originale, presenta, in questi giorni, a New York, un progetto artistico davvero bizzarro, incentrato sui nostri adorati kiddi, che, senz’altro, attirerà gli sguardi dei genitori di tutto il mondo.

Come si può vedere anche sul sito dell’artista, queste fotografie immortalano dei bimbi, di tutte le epoche, vestiti e accessoriati da grandi, con in mano sigarette accese. Il fumo li avvolge, li abbruttisce, li brucia.

   

Sono bambini vecchi, che hanno bruciato le tappe, che sono diventati troppo presto adulti, seri e tristi.

Una sola sigaretta ha la potenza di spegnere persino l’ingenuità, la tenerezza, l’infanzia di un bambino. Il fumo, infatti, consuma tutti, giorno dopo giorno.  Il solo accostamento artistico tra bambini e fumo, seppur immerso nella fiction provocatoria e surreale, è capace di comunicarci immediatamente l’intento artistico principale della Janssens, ovvero mostrare  agli adulti quanto gli effetti del fumo siano nocivi per tutti.

La fotografa dichiara di aver scelto proprio i bambini, come soggetti del suo lavoro, per aumentare lo shock negli adulti. Il risultato è bene ottenuto, grazie alla creazione di un vero e proprio set, quasi cinematografico, dove i bimbi diventano degli ambigui personaggi di un film anni Trenta, Quaranta, Cinquanta. I volti dei piccoli modelli vengono truccati, ispirandosi al viso di icone come Marlene Dietrich e Grace Jones, o a tradizionali modelli maschili. Tranquilli tutti! Le sigarette utilizzate sono finte, pare ricreate con cera e formaggio.

La Janssens racconta di essersi ispirata, per questo progetto, al famoso video su You Tube del bambino indonesiano che fuma quaranta sigarette al giorno. Nelle diverse aree del mondo, infatti, il rapporto con il fumo non è solo una problematica che riguarda gli adulti, ma coinvolge da vicino anche i bambini.

Smoking kids, anche se utilizza delle immagini molto forti e fastidiose, che rovinano indubbiamente l’immagine del bambino, sembra riuscire a trasmettere un messaggio molto importante: i nostri kiddi sono immersi nelle problematiche degli adulti. Il fumo li avvolge e li intossica. Inoltre, queste foto lanciano un allarme preoccupante: siamo cattivi modelli per i nostri bimbi. Dobbiamo migliorare anche per loro. E smettere di fumare!

E voi cosa pensate di queste foto? Vi urtano? Raccontateci, nei commenti, quali sensazioni avete provato appena avete guardato queste foto!

L'autore di questo post

3 commenti su "Smoking kids: in mostra il fumo che invecchia anche i bambini"

  1. Bellissimo articolo e bellissima mostra: le immagini proposte saranno forse “crude”, ma di sicuro rappresentano un’ottima terapia d’urto adatta a far aprire gli occhi a chi è un fumatore incallito!

  2. Ciao Chiara, grazie per il tuo commento! Speriamo che questa mostra possa un giorno arrivare anche in Italia: forse farebbe molta polemica, ma almeno aprirebbe gli occhi a tanti giovani (e meno) giovani fumatori!

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *