Renna Bianca

È uscito per Orecchio Acerbo Renna Bianca, un albo scritto e illustrato da Kim Sena, illustratrice coreana.

Renna_Bianca

L’albo, un illustrato in bianco/nero, si apre con un treno pronto alla partenza e due figure in attesa, trepidanti. Hanna non sta più nella pelle: con la mamma, sta andando a trovare il papà finalmente, non lo vede da tanto.

Kim Sena ci prende per mano e ci accompagna in un mondo che ricorda quello di Alice nel paese delle meraviglie. Ogni oggetto è disegnato con cura e delicatezza, creando un’atmosfera magica. Hanna osserva il paesaggio dal finestrino, sorridente, con lo sguardo che si perde in quelle foreste che suo padre tanto ama, con gli occhi scintillanti.

Fu allora che Renna Bianca fece il suo ingresso nello scompartimento.
Aveva una lunga barba bianca, e un’infinita fila di rane al seguito.

La renna per scusarsi del disturbo causato dalle rane offre dei cioccolatini magici alle compagne di viaggio: neri per gli umani, rossi per i non umani.
La curiosità però spinge la mamma a mangiarsi i cioccolatini proibiti, gesto che la trasforma in rana. Hanna è disperata e offre a Renna Bianca il suo adorato bonsai, Alberopescevivo, un alberello dove dei pesciolini rossi avevano fatto il nido.
Ed ecco che la magia si compie.

Kim Sena ci racconta una favola non convenzionale, dove una piccola “Alice” dall’animo gentile e altruista con un piccolo gesto compie qualcosa di grande. A noi, semplici e avidi umani, potrebbe sembrare che non sia successo nulla alla fine della storia, ma per la piccola Hanna e Renna Bianca quell’istante ha cambiato le loro esistenze.

L'autore di questo post

Sono tante cose: scribacchina, blogger, bibliotecaria, operatore culturale. Quando ho un attimo di tempo mi piace però leggere e silenziare il caos che mi circonda. Adoro immagini e parole, vado matta per graphic novel, fumetti, manga, albi illustrati, albi senza parole. Ogni tanto leggo anche cose "da grandi", altrimenti i miei cari utenti mi sgridano.

Nessun commento su "Renna Bianca"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *