Quando la Disney usava gli attori per i cartoni animati

Per fare i disegni belli come li faceva un tempo, i disegnatori della Disney utilizzavano dei veri attori. Cioè, prendevano delle persone, le facevano vestire come le storie che dovevano raccontare e poi ricopiavano le posizioni, i movimenti e le prospettive.

Cos'è questa cosa? Presto detto: il rotoscope.

Il rotoscoping, rotoscope, o rotoscopio è una tecnica di animazione utilizzata per creare un cartone animato in cui le figure umane risultino realistiche. Il disegnatore ricalca le scene a partire da una pellicola filmata in precedenza.
In origine, le immagini filmate in precedenza venivano proiettate su un pannello di vetro traslucido, dove fungevano da supporto per l'attività di disegno.
Recentemente questo congegno è stato sostituito dal computer.

Guardate qui Peter Pan.

peter pan hey kiddo

La bella addormentata (la scena in cui la Strega cattiva parla con il principe)

strega cattiva cenerentola hey kiddo

Biancaneve mentre danza con pisolo, e uno degli altri sette nani.

bianca neve hey kiddo

Cenerentola mentre viene rimproverata dalla matrigna.

cenerentola hey kiddo

Il Cappellaio Matto in Alice nel paese delle meraviglie.

il cappellaio matto, hey kiddo

E finiamo con la mia preferita: Campanellino, la fatina di Peter Pan. <3

campanellino, hey kiddo

L'autore di questo post

Nessun commento su "Quando la Disney usava gli attori per i cartoni animati"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *