Perché parlare quando puoi cantare e ballare?

Il musical è un modo di fare musica leggermente diverso dalla più tipica situazione in cui una band canta e suona su un palco. Se tra voi Kiddies c'è qualche appassionato della serie tv Glee, avrete già presente cosa significa unire canto e ballo in uno spettacolo. Il musical fa un passo oltre, racconta una vera e propria storia amalgamando tra di loro recitazione, musica e danza.

Il musical è quindi un'opera teatrale o un film in cui buona parte degli avvenimenti e dei dialoghi viene cantata e coreografata. Molti classici Disney ad esempio diventano di fatto dei musical ogni qual volta un personaggio decide di esprimersi volteggiando e intonando una dolce melodia. Ricordate tutti "In fondo al mar" della Sirenetta o lo "Spazzacamìn" di Mary Poppins, vero? 

Proprio perché i brani di un musical sono strettamente legati alla storia narrata e godono quindi di pochissima autonomia, vi capiterà molto difficilmente di ascoltarne uno alla radio o in tv, come accade invece con le altre canzoni. E a volte questo è davvero un peccato! Ascoltate il brano Aquarius tratto da Hair, un musical sulle vicende di un gruppo di Hippies pacifisti e innamorati della vita. Non sarebbe bello svegliarsi ogni mattina con questo emozionante inno alla gioia? 

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=N9oq_IskRIg]

L'autore di questo post

Nessun commento su "Perché parlare quando puoi cantare e ballare?"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *