Pasqua in Sardegna, tra erba e sabbia

A Castiadas, nel Sarrabus, una zona della Sardegna sud orientale, c’è un mare bellissimo. Sono le spiagge incontaminate del Parco marino di Villasimius. E dietro il mare, c’è un paesaggio che profuma di elicriso, l’Oasi naturalistica del Monte dei Sette Fratelli, dove è possibile passeggiare a cavallo, a piedi, in bicicletta, rincorrersi sui prati, giocare a pallone, arrampicarsi, rotolarsi sull’erba, perdersi nei boschi.

A Castiadas, sulla collina di Masone Pardu, c’è anche una casa per ferie per chi cerca una vacanza diversa, per persone con bisogni speciali, per scolaresche, per famiglie, per piccoli gruppi.

Ha un bel nome: VillaggioCarovana (tutto attaccato), e più ancora è bella la filosofia di chi la gestisce. Qui non ci sono clienti ma ospiti, amici e persone che condividono il loro tempo, s’incontrano, si conoscono, si scambiano esperienze, si rilassano, si rigenerano.  

È una casa accessibile a tutti, a dimensione famigliare, dove è possibile assaggiare piatti di varie parti del mondo, oltre alla cucina tradizionale sarda, e proporre un piatto nuovo, scambiare ricette e suggerimenti culinari.

Insomma, per Pasqua e Pasquetta, se si ha voglia di passeggiate sull’erba e sulla sabbia, se si ha voglia di respirare piano aria profumata e pulita, se si ha voglia di riposare, ridere e giocare senza fretta, scambiare quattro chiacchiere in confidenza, i Vagamondo consigliano VillaggioCarovana.

C’è anche un programma, per chi ha voglia di seguirne uno. E prevede, per il primo aprile, alle 
ore 10.00, accoglienza con thè, tisane caffè e torta casereccia, dalle 10.30 alle 13, una passeggiata sulla collina di Masone Pardu. A pranzo, un banchetto con antipasto di terra, un primo, secondo di carne, contorno, frutta e dolce della casa.
 Su richiesta menù vegetariano e menù per bimbo che non ama i sapori forti.

 Il costo della giornata è: 
25 euro per gli adulti, 15 euro per i bambini da 3 a 10 anni. Chi volesse altre informazioni, clicchi qui!

L'autore di questo post

Nessun commento su "Pasqua in Sardegna, tra erba e sabbia"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *