Pariqual: Equal Opportunity Games

Al rientro dalla pausa natalizia la nostalgia di luci, dolcetti e regali sotto l’albero prende un po’ tutti, in particolar modo i piccini che, tornati tra i banchi di scuola, vengono sollecitati dagli insegnanti a raccontare le loro vacanze e i giochi che le hanno allietate. Tombola, Monopoli, Scarabeo sono sicuramente tra i più gettonati. Ma quale sorpresa sarebbe sentirsi raccontare da un bambino di un intero mese trascorso con Terra chiama mamma?

Terra chiama mamma si ispira ai calendari dell’avvento, accompagnando i bambini dal primo IMG_4948-600x370dicembre alla vigilia di Natale, ma racconta di un altro arrivo, quello di una mamma astronauta, giusto in tempo per festeggiare con i suoi figli. Il percorso verso casa è avventuroso e rocambolesco, ricco di incontri e straordinarie esperienze ispirate alla condivisione, alla reciprocità, allo scambio di doni speciali, attraverso un libro-gioco che educa all’attesa e propone una storia che parla di pari opportunità.

paricard-aperte-600x370E non è difficile immaginare che un bambino che abbia sfogliato Terra chiama mamma possa anche aver giocato ad inventare storie con i personaggi di Paricard o con il memory a punti Wonderful families, dove la memoria viene messa a dura prova per rintracciare e ricomporre famiglie che superano stereotipi di genere.

Si tratta degli equal opportunity games proposti da Pariqual, “giochi per crescere bambini e bambine consapevoli delle differenze e delle pari opportunità”. Pariqual nasce da Cuntala (ne avevamo parlato qui), il progetto di partenza di Barbara Imbergamo scaturito dall’avvertimento di un problema e da una riflessione circa i modelli, spesso stereotipati, che siamo in grado di offrire ai nostri piccoli. Da qui l’esigenza di garantire ai bambini gli strumenti per guardare al di là di cornici stereotipate, per affacciarsi su un mondo di pari opportunità, attraverso il gioco e l’immaginazione.

E se Cuntala era un mazzo di carte con diverse possibilità di accoppiamento, Pariqual è una serie di giochi che stimolano il bambino a creare una storia che racconta di un mondo che include e accoglie le diversità, aiutandolo a sviluppare la capacità di organizzare strategie, a soddisfare la propria curiosità verso le differenze e infine a capire che i legami familiari si fondano sull’amore.terra-600x370

Ora la mamma astronauta è sulla Terra, ma il bambino che ne ha costruito il viaggio di ritorno probabilmente non vede l’ora che arrivi il prossimo Natale, per accompagnarla in un altro rientro dallo spazio e, magari, scambiare il racconto con quello dei suoi amici, anche loro – si spera – alle prese con un universo pieno di possibilità, tutto da esplorare.

L'autore di questo post

Pugliese da sempre, vive stabilmente a Maglie da dove ogni tanto si sposta lasciando cadere briciole per terra, nella speranza di poterle un giorno seguire di nuovo. Se dovesse trovare dei funghi in città, li raccoglierebbe come Marcovaldo e seguirebbe carponi un soriano per apprendere i segreti del regno dei gatti. E, come succede a Marcovaldo (uno dei suoi idoli), sebbene affascinata dai segni delle grandi città, il suo sguardo cade sempre sui formicai brulicanti, i germogli, i frutti sugli alberi, cui si legano i suoi desideri, cogliendo lo scorrere del tempo attraverso i mutamenti delle stagioni. Legge di tutto, cammina tanto, scarabocchia animali e paesaggi con un tratto pop e cresce sentendosi sempre più piccola. La letteratura per l’infanzia è per lei la bella illusione di un mondo in cui un’armonia tra l’uomo e l’ambiente è ancora possibile.

Nessun commento su "Pariqual: Equal Opportunity Games"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *