Oh estate… Pablo Neruda

Arriva con l’afa dell’estate questa poesia di Pablo Neruda che sbarca così, per la prima volta, tra le pagine di YouKid. Il titolo è proprio Oh estate, e già quell’Oh inziale ci dice tutto, ci parla dell’attesa – quanto l’abbiamo aspettata! – è un sospiro, un sussurro, una meraviglia, una sorpresa. Finalmente è giunta e, come dice il poeta, spero che possa crepitare per tutti senza bruciare, godete d’ogni istante e d’ogni raggio di sole, fissate i tramonti e gli occhi di chi vi farà battere il cuore. Come sempre, leggete più che potete, dovunque voi siate. Noi di YouKid vi auguriamo una buona estate  e d’aver sempre un verso tra i denti.

Oh estate
abbondante,
carro
di mele
mature,
bocca
di fragola
in mezzo al verde,
labbra
di susina sevatica,
strade
di morbida polvere
sopra
la polvere,
mezzogiorno,
tamburo
di rame rosso,
e a sera
riposa
il fuoco,
la brezza
fa ballare
il trifoglio, entra
nell’officina deserta;
sale
una stella
fresca
verso il cielo
cupo,
crepita
senza bruciare
la notte
dell’estate.

L'autore di questo post

Specialista in crollo di librerie, appassionata di storie tanto da credere di viverne una ogni giorno. Siciliana, mamma, webwriter. Parlo poco e sorrido molto. Questa sono io.

Nessun commento su "Oh estate… Pablo Neruda"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *