Niente paura nel bosco con Hänsel e Gretel!

“Non abbiamo più i soldi per mangiare”,

Disse una sera la donna al marito,

“dei tuoi figli ci dobbiamo liberare!”

Non si può certo definire dolce e buona la matrigna di Hänsel e Gretel, mentre convince il loro papà ad abbandonarli nel bosco vicino casa …

Conoscete già la storia di questi due fratellini? Probabilmente sì, perché è un grande classico dei fratelli Grimm; in ogni caso avete una buona occasione per conoscerla o rispolverarla, grazie a una nuova applicazione , Hänsel e Gretel appunto, il primo storybook realizzato da Milkbook, una nuovissima realtà tutta italiana.

La storia di Hänsel e Gretel comincia, come Pollicino, da un abbandono nel bosco, dovuto alle condizioni di estrema povertà della famiglia. Anche Hänsel, come Pollicino, tenta di segnare il percorso da casa al bosco lasciando cadere a terra delle briciole di pane, ma anche qui gli uccellini le faranno ben presto scomparire. Meraviglia delle meraviglie, però, Hänsel e Gretel arrivano, dopo aver vagato per due giorni nel bosco,  a una casa accogliente, tutta colorata e con un buon profumo perché fatta di marzapane, biscotti e cioccolata! Il resto lo lascio scoprire/riscoprire a voi, ma vi confesso che a me è piaciuto proprio tanto vedere, grazie all’app, l’arrivo alla casa di marzapane accompagnato da una pioggia di dolciumi sui due bambini!

L’applicazione (disponibile su App Store e su Google Play al prezzo di 2,69 €) è pensata soprattutto per i kids più piccini (dai tre anni in su), per questo i personaggi sono mostrati sempre nella stessa prospettiva, in modo da renderne più immediato il riconoscimento; i colori seguono gli stati d’animo dei protagonisti e ogni tavola è piena di dettagli da scoprire e animaletti da far andare in giro (per non parlare della soddisfazione di poter spingere una strega nel forno!). La fiaba, illustrata da Ilaria Vescovo, è in italiano, inglese o spagnolo; può essere così una buona occasione per fare i primi passi, insieme, in una nuova lingua.  Particolare attenzione è stata posta alla musicalità del testo che si può ascoltare, ma anche leggere senza la voce narrante. 

Hänsel e Gretel a loro volta, senza saperlo, ci raccontano la storia di Milkbook, nome inglese che ci rimanda al latte, buono e sostanzioso, e, soprattutto, con l’allattamento, il nostro primo nutrimento. Milkbook è la scommessa di due neogenitori: una mamma giornalista che ha perduto il posto di lavoro al sesto mese di gravidanza e un papà art director che ha rinunciato a un contratto a tempo indeterminato per dedicarsi seriamente e completamente a questa avventura.

Già dietro questo primo lavoro, si scorgono tante competenze e una grande passione: la crisi può così diventare la strega da buttare nel forno, per riprendersi tutti i propri tesori. 

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

2 commenti su "Niente paura nel bosco con Hänsel e Gretel!"

  1. Pingback: Hey Kiddo va nel bosco, senza paura, con Hansel e Gretel | Milkbook | Fiabe e storie interattive per bambini – Interactive tales and stories for kids

  2. Pingback: Hey Kiddo va nel bosco, senza paura, con Hansel e Gretel -

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *