Nessuna parola

Bentornati piccoli amici! C'eravamo lasciati con una poesia sull'amore, avevamo augurato ai vostri cuoricini di battere forte tutta l'estate, allora? Com'è andata? Sono sicura che l'amore non vi è mancato, quello dei vostri genitori, degli amici e perché no, anche quello di qualcuno davvero speciale, probabilmente qualcuno che avete incontrato in un posto di villeggiatura e che magari, tra qualche giorno, sarete costretti a salutare. Dovrete dirgli addio, che sì, è una cosa triste, ma dietro a un addio c'è sempre l'attesa di un altro incontro, e, soprattutto, potrete cogliere l'occasione per scrivere delle lettere a colui che sta partendo.

Stiamo per dire addio anche a quest'estate e nel cercare la poesia giusta per questo mese ho pensato che una che parlasse, o meglio non parlasse di addii sarebbe stata perfetta, quindi la mia scelta è caduta su una poesia di Margherita Guidacci (traduttrice e poetessa):

Nessuna parola

Poichè non mi veniva nessuna parola
(la parola era "addio", ma non riuscivo a dirla)
ti ho dato il mio silenzio
ed ho ascoltato il tuo,

e non è stato un vuoto, ma condivisa pienezza
e ancora gioia, mentre accettavamo,
come la terra, un nostro tempo di neve,
bianco grembo d'attesa delle future estati.

Dunque, non siate tristi, pensate alle future estati!

L'autore di questo post

Specialista in crollo di librerie, appassionata di storie tanto da credere di viverne una ogni giorno. Siciliana, mamma, webwriter. Parlo poco e sorrido molto. Questa sono io.

Nessun commento su "Nessuna parola"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *