MR. UBIK!

Mr. Ubik!, David Weisner, Orecchio Acerbo

Parlare di un libro che racconta una storia senza l’uso delle parole è allo stesso tempo difficile e rischioso; per non incappare nell’errore di anticipare la trama di Mr. Ubik!, mi limiterò a raccontare quanto sia abile David Weisner nell’ inventare una complessa trama di immagini in sequenza, creando un racconto davvero sorprendente. In verità i dialoghi ci sono, anche se pochi, ma quello che conta, più che le parole nel baloon (spesso incomprensibili), sono i rapporti tra i personaggi.

Varie volte Weisner ha dato prova della sua abilità nello scavare dentro le storie, creando diversi livelli narrativi. I suoi libri diventano come delle matrioske: con l’illustrazione si muove su differenti piani, sempre più ricchi di significati e indizi per il senso del racconto, andando così oltre il linguaggio tipico del fumetto, fino a sfiorare quello cinematografico. Il suo modo di raccontare è un movimento che scende nel profondo e torna in superficie, come quello di uno zoom. E ciò che stupisce è come riesca a portare ai piccoli una storia dai risvolti mano a mano sempre più complessi ma resi accessibili da una sapiente tecnica. Come accade in Flotsam, vincitore nel 2007 della Caldecott Medal, l’incipit del racconto non è che uno spunto, un pretesto per creare continui effetti sorpresa e accompagnare la storia verso conclusioni quasi surreali. Mi sembra anche di cogliere una sorta di ciclicità nelle vicende, sia di Flotsam che di Mr. Ubik, come a dire che la Storia, quella che studiamo, e le storie, quelle personali, si intrecciano in modi impensabili sotto i nostri occhi e possono creare legami tra le persone, lontane nel tempo e nello spazio, senza che se ne accorgano.

Mi rendo conto di essere stata un po’ criptica e mi scuso, ma davanti a questo genere di libro non ho potuto fare altro che rimanere sul vago, per non tradire la vostra curiosità e invitarvi a osservare se le mie riflessioni possono essere condivise.

Mr. Ubik! di David Weisner è edito in Italia da Orecchio Acerbo.

L'autore di questo post

Nata nell'estate del 1987. Mi piacciono le storie bizzarre, surreali e divertenti. Tra le altre cose, ho studiato contabilità, mostri selvaggi, storia dell'arte, grammatica della fantasia, economia dei beni culturali.

Nessun commento su "MR. UBIK!"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *