Mio padre, il grande pirata

Mio padre, il grande pirata di Davide Calì, illustrato da Maurizio A.C. Quarello, è un albo illustrato uscito nel 2013 per  Orecchio Acerbo. È un albo che forse non si trova facilmente, ma che vale davvero la pena cercare.

mio-padre-il-grande-pirata-bannerIl padre del piccolo protagonista lavora lontano. Così lontano che torna a casa solo una volta l’anno, d’estate, per due settimane.

Odorava di mare, mio padre. Questo perché era un pirata. Un grande pirata.

Al figlio curioso il padre racconta la sua vita avventurosa, le scorribande con la sua ciurma fidata, i tesori nascosti nei luoghi più segreti, la nave che li porta in ogni anfratto di questo mondo. Una nave chiamata Speranza.

– Speranza di cosa?
– Speranza di tornare a casa.

Un giorno arriva però un telegramma, da molto lontano. E stavolta tocca a madre e figlio mettersi in viaggio per raggiungere il padre, che non è morto come crede il bambino.

Il giovane protagonista trova un papà ancora vivo, ferito e diverso.

Una storia toccante, poesia, illustrazioni meravigliose, calde e delicate.

 

È una lettura consigliatissima. Assolutamente.

 

L'autore di questo post

Sono tante cose: scribacchina, blogger, bibliotecaria, operatore culturale. Quando ho un attimo di tempo mi piace però leggere e silenziare il caos che mi circonda. Adoro immagini e parole, vado matta per graphic novel, fumetti, manga, albi illustrati, albi senza parole. Ogni tanto leggo anche cose "da grandi", altrimenti i miei cari utenti mi sgridano.

Nessun commento su "Mio padre, il grande pirata"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *