Mia mamma è un gorilla, e allora?

“Mia mamma è un gorilla e allora?” Vi crea problemi? No aspettate non stiamo parlando della mia di mamma (anche se sarebbe divertente) ma della stramba madre adottiva della piccola Janna, una bambina che vive in un orfanotrofio (chiamato Biancospino) in attesa di una mamma bella, con i capelli ordinatamente raccolti sulla nuca e profumata. E invece la direttrice, che non la sopporta, le trova come genitore adottivo una gorilla grande, grossa e sporca ma dotata di un forte istinto materno. Janna e la mamma gorilla sono le protagoniste di Mia mamma è un gorilla e allora?, libro scritto da Frida Nilsson ed edito da Feltrinelli Kids. Una storia dolce, delicata e divertente su un adozione non convenzionale. Una storia che parla di pregiudizi, dell’andare oltre le apparenze, di un’affettività libera e senza troppe smancerie ma non per questo meno sincera e profonda.

nilsson

Vi incuriosisce? Voi cosa avreste pensato se invece di una mamma classica vi fosse capitata in sorte una mamma scimmiona? Janna all’inizio è parecchio perplessa ma pensa che tutto è preferibile al restare in orfanotrofio con una direttrice odiosa e decide di fidarsi della gorillona che la passa a prendere con una macchina arrugginita. E dove vanno ad abitare? In un roulotte con poca igiene, disordinatissima e stipata di libri (perché la mamma gorilla adora leggere, soprattutto Oliver Twist) all’interno di una discarica. La gorilla commercia in rottami ed è in lotta con il Comune per difendere la sua terra da una speculazione edilizia ma sogna di aprire una libreria ambulante. È una tipa tosta e senza filtri, con grandi ideali e sensibilità.

Janna e la sua nuova stramba mamma imparano poco a poco a conoscersi, ad adattarsi l’una all’altra ed addomesticarsi a vicenda. Creano un legame fatto di rispetto e complicità (anche nel crimine!), diventano inseparabili, vivono avventure, si divertono e lottano per rimanere insieme quando il Comune deicide si sottrarre Janna alla sua mamma gorilla perché ritenuta inadeguata. Le due decideranno di infrangere la legge e sceglieranno di andarsene per stare bene e felici lontano da chi le ritiene una coppia assurda e non capisce il loro legame prezioso.

Un libro bello, originale, poetico, comico e pazzerello. Ora che l’estate vi concede tanto tempo in più perché non portare Janna e la sua mamma gorilla in vacanza con voi? Vi rimarranno nel cuore!

 

 

L'autore di questo post

Nessun commento su "Mia mamma è un gorilla, e allora?"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *