Mangiastorie, Festival di letteratura per bambini e ragazzi

Dal 25 novembre è in corso a Gussago, in provincia di Brescia, la quarta edizione di Mangiastorie, un festival di letteratura dedicato ai piccoli, ai ragazzi e alle famiglie, ideato da Cosetta Zanotti (che ne è anche il direttore artistico) con, da quest’anno, il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco che ha riconosciuto al festival un elevato valore sul piano educativo e culturale.

Mangiastorie, che già nelle passate edizione ha riscosso molto successo, coinvolge gli alunni delle scuole  dai 5 ai 13 anni, giovani, insegnanti, educatori e famiglie, aprendosi (altra novità di quest’anno) a una collaborazione con le amministrazioni dei Comuni di Ome e di Rodengo Saiano, coinvolgendo, così, un maggior numero di studenti e famiglie.

Il festival segue due binari: il primo, all’interno delle scuole, con incontri guidati da autori e illustratori di libri per l’infanzia, il secondo, aperto alla cittadinanza, con appuntamenti, conferenze, laboratori e spettacoli ai quali parteciperanno artisti, pedagogisti, studiosi, giornalisti e musicisti.

Il tema scelto per questa edizione è quello dei quattro elementi e sarà sviluppato anche nei prossimi anni, soffermandosi in questi giorni su Cielo e Terra, per parlare di storia, di ecologia, dell’attenzione per ciò che ci circonda. E se mangiar storie non fa ingrassare, non mancheranno merende e menù speciali a un prezzo speciale.

Tra gli ospiti di quest’anno: Fuad Aziz,  Emanuela Bussolati, Carlo Carzan, Rossana Colli, Matteo Corradini, Umberto Guidoni, Pino Pace, Anselmo Roveda, Annalisa Strada e Gek Tessaro. Se spulciate con attenzione il programma, ne scoprirete molti di più.  

E come per il cibo, anche con le letture, l’appetito vien mangiando. Buon appetito. 

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Mangiastorie, Festival di letteratura per bambini e ragazzi"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *