Libri senza parole. Destinazione Lampedusa

È stato un week end di festa e pieno di eventi quello appena conclusosi a Lampedusa, una festa che va ben oltre il territorio dell’isola e arriva, con gioia, a tutti noi.

Una nuova biblioteca a Lampedusa

Il 16 settembre è stata inaugurata la terza edizione della mostra Libri senza parole nella nuova Biblioteca per ragazze e ragazzi di Lampedusa, anch’essa inaugurata nel pomeriggio del 16 settembre, alla presenza di Salvatore Martello, Sindaco di Lampedusa, di Deborah Soria, referente del progetto per IBBY Italia, di Anna Sardone e Paola La Rosa, referenti del progetto sull’isola, delle ragazze e dei ragazzi volontari IBBY di Lampedusa e di bambini e famiglie.

È stato un lungo viaggio, quello che ha condotto al 16 settembre: dopo 5 anni di lavoro sulla promozione alla lettura, IBBY Italia e il Palazzo delle Esposizioni hanno potuto annunciare l’apertura della Biblioteca che si avvarrà della collaborazione attiva di IBBY Italia nello spazio messo a disposizione dal Comune di Lampedusa in Via Roma 34.

Libri senza parole. Destinazione Lampedusa: la mostra

In questa occasione, e dopo il successo delle prime due edizioni di Libri senza Parole. Destinazione Lampedusa, la prima nel 2013 e la seconda nel 2015, IBBY Italia, in collaborazione con IBBY International e i Servizi educativi-Laboratorio d’arte del Palazzo delle Esposizioni di Roma, presenta la terza edizione della mostra, inaugurata in anteprima a Lampedusa dove resterà fino al 15 ottobre.

Martedì 3 ottobre, invece, nello Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni, in occasione della Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, la mostra sarà inaugurata anche a Roma, dove si potrà visitare fino al 20 gennaio 2018.

Questa terza edizione della mostra vede la partecipazione di 21 Paesi, con un totale di 80 volumi inviati, il meglio della produzione mondiale di libri senza parole editi negli ultimi due anni.

I libri, come nelle edizioni precedenti, sono stati spediti in 3 copie: una per la mostra, una in dono alla Biblioteca comunale per ragazze e ragazzi di Lampedusa e una a disposizione per studio/consultazione presso lo Scaffale d’arte del Palazzo delle Esposizioni a Roma (Fondi Libri Senza Parole).

Il lavoro di IBBY Italia, per Lampedusa e non solo 

Il nostro plauso va a IBBY Italia per questo suo progetto, a tutti i volontari che hanno partecipato alla nascita della Biblioteca durante gli IBBY Camp e ai giovani bibliotecari volontari IBBY dell’isola che in questi anni, in attesa dell’inaugurazione, hanno tenuto attivo il prestito per gli utenti più piccoli della Biblioteca.

Per conoscere il programma in occasione dell’inaugurazione romana vi invitiamo a visitare la pagina web di IBBY Italia, una buona occasione per conoscere i suoi tanti progetti, come Un ponte di libri, e, perché no?, magari diventarne anche soci sostenitori (personalmente sono molto orgogliosa di esserlo da tre anni).

[le immagini della Biblioteca comunale per ragazze e ragazzi di Lampedusa e della sua inaugurazione sono tratte dalla pagina Facebook di IBBY Italia; l’immagine in copertina, realizzata per la mostra, è di Cecilia Campironi]

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "Libri senza parole. Destinazione Lampedusa"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *