Leggere mi piace: il medioevo è una storia da Kids!

Proseguiamo con Leggere mi piace, la rubrica che poi è un vero e proprio progetto: vogliamo invogliare i ragazzi a leggere e a dire che cosa ne pensano di ciò che leggono.

Piccoli recensori crescono, ma soprattutto grandi lettori si allenano nello sport più bello del mondo!

La recensione più letta e più apprezzata vincerà un premio, ovviamente un premio dotato di pagine. Valgono i like su Facebook, i retweet e l’aggiunta ai preferiti su Twitter, i commenti direttamente sul sito, insomma, vale proprio tutto basta che lasciate una traccia della vostra lettura. Divertitevi con noi!

La Redazione HK

Dei, eroi, cavalieri. Miti e leggende antichi e medievali

di Davide Cocco

CASA EDITRICE: Archimede, collana: I libri verdi junior

AUTORE: Aldo Berti. Aldo Berti è nato a Torino. Lavora come giornalista, insegnante, autore di radiodrammi e curatore di testi scolastici. Riscrive, inoltre, miti e leggende antiche.

Il libro è una raccolta di leggende e di miti. La leggenda più significativa è  Sinbad, il marinaio
All'epoca del Califfo Harun al-Rashid, un povero mercante di nome Sinbad, che trasportava un pesante sacco, si trovò dinanzi al palazzo di uno dei mercanti più ricchi di Baghdad, che aveva il suo stesso nome. Bussò alla porta e fu molto bene; in una vasta sala si teneva una festa e il ricco Sinbad, quando vide il poveretto, gli chiese come mai fosse così triste. Conosciuta tutta la storia, decise di raccontargli le sue avventure, per fargli capire che nella vita non bisogna mai disperare.
Iniziò raccontando che aveva sperperato tutta l'eredità del padre e tanto da dover tentare la fortuna, con qualche cassa di merci. Si imbarcò per Bassora, ma la nave dovette fare scalo in un'isola. Quando ripartì, il capitano non vide che Sinbad non si era ancora imbarcato. Così il mercante rimase su quell'isola che….. si mosse! Era in realtà una balena, sul dorso della quale erano cresciuti alcuni alberi.
Sinbad trovò il modo, con il suo ingegno, di raggiungere Bassora, dove ritrovò le sue merci e, vendendole, guadagnò molti denari. Ma non gli bastarono quei soldi: voleva arricchirsi ancora di più. Così si rimbarcò con nuove merci per Bassora, ma la sua nave affondò e dovette raggiungere in una scialuppa, con le sue merci e una piccola scorta, un'isola, trovando rifugio in un castello.
Ma presto scoprì che quel castello era abitato da un gigante, che infilzò in uno spiedo e divorò molti dei suoi compagni di viaggio. Il seguito lo scoprirete solo leggendo.

"Dei, eroi, cavalieri" è un libro bellissimo, ricco di informazioni storiche, che consiglierei vivamente ad adulti e bambini dai dieci anni in su.

 

162 commenti su "Leggere mi piace: il medioevo è una storia da Kids!"

  1. Giuseppe Cocco

    Giao Davide, bravo!
    Spero che mio figlio che si chiama come te un giorno diventi anche bravo come te. Complimenti

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *