Leggere mi piace e mi fa capire da che parte stare

Proseguiamo con Leggere mi piace, la rubrica che poi è un vero e proprio progetto: vogliamo invogliare i ragazzi a leggere e a dire che cosa ne pensano di ciò che leggono. 

Piccoli recensori crescono, ma soprattutto grandi lettori si allenano nello sport più bello del mondo! La recensione più letta e più apprezzata vincerà un premio, ovviamente un premio dotato di pagine. Valgono i like su Facebook, i retweet e l’aggiunta ai preferiti su Twitter, i commenti direttamente sul sito, insomma, vale proprio tutto basta che lasciate una traccia della vostra lettura. Divertitevi con noi!

Vogliamo ricordarvi che è possibile votare soltanto durante la settimana in cui la recensione è pubblicata. Non fatelo anche dopo, altrimenti vengono alterati i risultati. Grazie! 

Hey, perché non date un'occhiata anche agli altri nostri post? ;)

La Redazione HK

Da che parte stare

di Daniele Zaccheddu

AUTORE: Alberto Melis

Il libro è stato scritto da Alberto Melis e si intitola “Da che parte stare”. Parla dei giudici Paolo Falcone e Giovanni Borsellino che sacrificarono la loro vita per lottare contro la mafia. Ed è per questo che furono uccisi in due spaventosi attentati: quello di Capaci il 23 Maggio 1992 e, 57 giorni dopo, quello di via D'Amelio. L'autore si basa sui ricordi delle sorelle dei due magistrati, Maria Falcone e Rita Borsellino per raccontare la loro infanzia di “bambini normali”. Ci descrive i loro giochi con i bambini che poi diventeranno mafiosi, i loro studi, i loro interessi e le loro monellerie. E soprattutto la loro grande umanità. Racconta Rita  Borsellino che il fratello quando incontrava per la prima volta un mafioso incarcerato gli chiedeva con chi e come avesse giocato da bambino. Perché era convinto che certe scelte di vita dipendevano anche dalle esperienze fatte da piccoli. Ed il libro vuole proprio raccontare dei bambini

Paolo e Giovanni. Il loro messaggio è che la mafia si può davvero sconfiggere stando dalla parte più giusta al mondo: quella dell'onestà. Anche se per questo i due magistrati hanno dovuto sacrificare la loro vita. Ancora oggi la mafia non è stata sconfitta definitivamente. Ma tutti i giorni noi sentiamo che la lotta contro le organizzazioni criminali sta procedendo anche grazie al loro esempio. Grazie a questo possiamo sperare in un mondo più giusto.

 

2 commenti su "Leggere mi piace e mi fa capire da che parte stare"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *