Le 50 domande più toste e strambe

 … sulla vita, sull’universo e sul mondo intero di Stephen Law – filosofo inglese, insegna alla University of London – è il classico libro che avrei voluto da Kid.

Non facevate anche voi forse parte di quei bimbi tutti perché? che cosa vuol dire? ma se…?

Se lo eravate, vi terrete gelosamente il volume pubblicato da Vallardi per voi, se invece conoscete orde di Kids pronti a stancare cervelli e mettere in crisi certezze date per assodate con mitragliate di domande, beh, ecco il regalo perfetto.

Oltre a essere illustrato in modo sopraffino da Nishant Choksi tanto da voler urlare: voglio subito vederlo in cartone animato!

Le 50 domande più toste e strambe sulla vita, sull’universo e sul mondo intero è uscito un annetto fa, diventando un classico, un must have per Kids svegli. Avete presente quei bimbi che vi chiedono un sabato sì e l’altro anche di andare al museo di scienze naturali? O a quello della scienza e della tecnica? Ecco, tutti i Kids sono destinati prima o poi ad attraversare questa fase.

Da dove viene l’universo? Che cosa c’era prima del Big Bang? Si può viaggiare nel tempo? Perché è sbagliato rubare? Come possiamo sapere che cosa è giusto e che cosa è sbagliato? I soldi danno la felicità? Un robot può pensare?

Fin dall’inizio, l’autore Stephen Law chiarisce che molte di queste sono domande a cui la scienza non può rispondere. “Quindi – egli dice – se vogliamo trovare una risposta, dobbiamo farci un’idea in qualche altro modo. Questo è quello che tentano di fare i filosofi e che si propone di fare questo libro”.

La deliziosa pubblicazione non ha risposato per un anno intero prima di capitare sui nostro scaffali, anzi! E’ stata seguita da due fratellini minori ma non meno interessanti: Le 50 domande più toste e strambe sul tempo e sullo spazio e Le 50 domande più toste e strambe sulla fede e sulla religione. Decisamente tre letture virtuose e da collezionare! Potrebbero rappresentare il perfetto regalo anche per quei Kid monelli che non ne vogliono sapere di studiare canonicamente con  nasini infilati nei sussidiari o nelle antologie.

Beh, se volete una corsia rapida e preferenziale per fare loro avvicinare a quanto più di vicino c’è allo studio e quanto di più nobile si possa trarre dallo studio, ciò il sapere e il ragionare, qui lo avete trovato!

Per rispondere a queste domande “toste e strambe” infatti bisogna imparare a ragionare con la propria testa e a farsi una propria opinione.
A ogni domanda l’autore dà un lunga risposta, presentando diverse opinioni, e discutendone le
conseguenze, positive e negative. Tra paradossi inaspettati, storielle divertenti, citazioni famose,
episodi curiosi realmente accaduti, la lettura diventa piacevole e appassionante.
Talvolta la risposta si conclude con una nuova domanda, e allora è l’autore a chiedere al lettore cosa ne
pensa. Altre volte la domanda ha più risposte, e allora l’autore incoraggia il lettore a prendere
posizione e a cercare nuove ragioni che la sostengano. Qualche volta la domanda non ha alcuna
risposta sensata e allora l’autore invita a non farla neanche, quella domanda!
Il libro è consigliatissimo a bambini dagli otto anni in su.

L’ ideale sarebbe la lettura in classe con tanto, tanto tempo per la discussione!

L'autore di questo post

Nessun commento su "Le 50 domande più toste e strambe"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *