Laboratorio di giornalismo e le passioni dei bambini!!

Da grandi curiosi a piccoli giornalisti: la rubrica, che ci vede sbirciare che cosa combinano i ragazzi in un vero laboratorio di scrittura giornalistica!

Oggi i giornalisti in azione della Carlo Felice ci raccontano delle loro passioni. Riccardo e Sergio sono amici e amano entrambi gli animali, Francesco Cannas è un bravo judoka.

Allora Sergio e Riccardo sono andati a visitare il canile municipale di Cagliari per scoprire come se la passano i cani senzatetto e se c’è qualcuno che si occupa di loro. Hanno scoperto che il canile è accogliente e si prende cura di tantissimi animali.

Francesco ha intervistato la sua maestra di judo, Beta della palestra Ceracchini, una bella realtà sportiva a Cagliari, per raccontare uno sport sempre più diffuso tra i giovanissimi.

foto di Riccardo Floris

di Riccardo Floris e Sergio Vacca

Il canile è stato costruito nel vecchio mattatoio in via Po’ a Cagliari. Al suo interno c’è un reparto chiamato Lazzareto dove vengono ospitati e curati i cani appena arrivati. Ci sono anche due giardini dove i cani possono correre e giocare. Abbiamo chiesto agli addetti alla cura dei cani come funziona il canile.

Quanti cani può ospitare il canile?

Sino a duecentoventi cani.

Che cosa mangiano i cani?

Le crocchette.

Come arrivano i cani al canile?

I cani giungono da noi con l’accalappiacani oppure tramite sequestro giudiziario oppure per rinuncia spontanea.

Chi cura i cani?

I cani sono curati da un veterinario del canile.

I cani stanno sempre in gabbia?

No, ci sono dei volontari che li portano fuori e li fanno giocare.

Come si fa ad adottare un cane?

Bisogna essere maggiorenni. Si deve presentare un documento d’identità e il codice fiscale. L’adozione è gratuita e lo sono anche i vaccini.

Chi finanzia il canile?

Il canile è finanziato dal comune di Cagliari.

Che cosa bisogna fare se si trova un cane per la strada?

Bisogna chiamare la polizia ambientale.

Che cos’è l’affido a distanza?

E’ la possibilità di adottare un cane senza portarlo a casa perché, magari, non lo si può fare. Si paga un bollettino postale di 15 euro poi si può portarlo a passeggio fuori dal canile e tenerlo per un po’ a casa.

palestra judo

di Francesco Cannas

Io sono Francesco e ho 8 anni. Frequento la terza elementare e pratico il judo, uno sport bellissimo. Seguo la palestra Ceracchini, in via Macchiavelli a Cagliari. Esiste dal 1972 ed è frequentata da tanti bambini. La mia maestra si chiama Elisabetta Nicosia, ma tutti la chiamiamo Betta. E’ minuta, ha i capelli corti e neri, ed è molto dolce. Io l’ho intervistata per raccontare questo sport che a me piace tanto. Vorrei incuriosirvi e invogliarvi a provare questa bellissima disciplina!

A quale età si può iniziare a fare judo?

I bambini possono iniziare a 5 anni.

Dove è nato il judo?

E’ nato in Giappone alla fine del 1800, fondato dal maestro Jigoro Kano.

Che cosa è il judo?

Il judo è un’arte marziale, uno sport, uno stile di vita.

In che cosa consiste il judo?

Il judo è lotta in piedi, con tecniche di proiezione, lotta a terra con immobilizzazione.

E’ uno sport violento?

Assolutamente no! E’ una lotta con delle regole che impediscono la violenza.

Perché un bambino dovrebbe praticare questo sport?

Migliora la forma fisica, si pratica scalzi, e si eseguono giochi che stimolano la socializzazione fra bambini. Il significato della parola judo è “via della flessibilità”, intendendo come “via” il modo di vivere e “flessibilità” come non violenza. 

 

L'autore di questo post

7 commenti su "Laboratorio di giornalismo e le passioni dei bambini!!"

  1. Fioranna

    Complimenti al piccolo Francesco e ai suoi amici per gli articoli interessanti che hanno scritto.
    Continuate così! Abbiamo bisogno della vostra curiosità e spontaneità 🙂

  2. Daniela

    Ancora due bei articoli, firmati dai nostri piccoli giornalisti. Argomenti di grande interesse, animali e sport, da condividere tutti insieme. Bravissimi

  3. Valter

    I nostri piccoli giornaisti hanno acceso una luce sulla vita sociale del nostro territorio e sulle belle reltà che funzionano. Complimenti! Continuate così!

  4. Lidia

    Complimenti a tutti… In particolare al dolce Francesco che ha voluto presentare agli altri il valore e l’importanza di praticare lo sport, nel suo caso il judo. Complimenti ancora Franci.

  5. Carla

    Bravi ragazzi!!!! Due interessanti interviste!!! Simone e Sergio avete aiutato a capire alcuni aspetti dei canili comunali. Francesco, la tua intervista ha messo in risalto l’importanza di praticare uno sport ed in particolare uno sport nobile come il Jodo.

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *