La BandaCadabra (Il Castoro)

Neil Patrick Harris, La BandaCadabra, Il Castoro

Leggendo La BandaCadabra, il primo libro della serie per ragazzi di Neil Patrick Harris edita in Italia da Il Castoro, mi è venuta in mente una nota citazione di Roald Dahl: “Chi non crede nella magia non la troverà mai”.

La storia di Carter e dei suoi amici, infatti, è pervasa dalla magia in così tanti aspetti da affermarsi anche agli occhi di chi, a quella magia, non crede, ma finirà per trovarla quando comincerà a vederla intorno a sé.

Un mago nato

Di Carter non sappiamo molto e, anche alla fine della lettura, molte domande resteranno irrisolte… Dove sono spariti, per esempio, i suoi genitori? Che cosa contiene la scatolina di legno, uno dei pochi beni posseduti da Carter e, certamente, l’oggetto a cui tiene maggiormente? Lo scopriremo, probabilmente, nel seguito del primo volume (uscito da poco negli Stati Uniti).

Sappiamo che a cinque anni Carter è rimasto solo, da quel momento si è occupato di lui uno zio, un mago di strada o – meglio – un piccolo delinquente che usa i giochi di prestigio e le sue mani abili per distrarre le sue vittime e derubarle.

I due vivono alla giornata e il ragazzo, affascinato dai trucchi di magia (anche suo padre era un bravissimo prestigiatore), negli anni si è fatto insegnare dallo zio tutti i suoi trucchi, scoprendo così di essere un mago nato. Carter riesce a vivere con lo zio non facendosi coinvolgere nei suoi imbrogli, ma con il tempo diventa sempre più difficile mantenerne le distanze, fino a quando, ancora ragazzo ma non più bambino, non ce la fa più e decide di fuggire saltando su un treno in corsa.

Il destino di Carter

Dove porterà questo treno non lo sappiamo noi, così come non lo sa Carter. Ma il destino sembra avere qualcosa (di magico) in serbo per lui.

Dopo una notte di viaggio, il ragazzo finisce in una piccola e tranquilla cittadina del New England. Qui dapprima vede dei tipi loschi vestiti da clown portare dei sacchi dentro un vagone sulla cui facciata è dipinto il viso di un uomo accompagnato dalla scritta “BOSSO”, poi finisce in una fiera che porta sempre il nome di questo signor B.B. Bosso (un uomo che si rivelerà presto ben più losco e criminale dello zio). Affamato e senza un soldo in tasca, Carter gira per la fiera, scopre subito i trucchi nascosti dietro ogni attrazione e si convince sempre di più che la magia non esista.

La magia ci circonda

Proprio in questa fiera senza magia, però, accade una cosa magica: l’incontro con Dante Vernon, grande illusionista e proprietario di un negozio di magia. Grazie a Vernon qualcosa comincia a cambiare per Carter perché, come gli ricorda quest’uomo gentile e misterioso, “la magia ci circonda. Basta guardare con attenzione”.

Questo incontro (voluto dal destino?) gli farà conoscere altri cinque ragazzi, molto diversi tra loro, tutti con qualche abilità straordinaria: Leila, Theo, Ridley, Izzy e Olly.

Insieme i cinque riusciranno a smascherare i piani di B.B. Bosso e della sua banda di criminali, lavorando in squadra… e anche con un pizzico di magia.

Un autore “magico”

Neil Patrick Harris, noto al pubblico soprattutto come attore nelle serie TV How I met Your Mother e Una serie di sfortunati eventi, è in realtà anche scrittore, produttore, regista, doppiatore, attore teatrale e… mago. Appassionato di magia, come alcuni suoi personaggi, Neil Patrick Harris coltiva questa passione sin da ragazzo, è stato presidente dell’Academy of Magical Arts dal 2011 al 2014 e il suo amore e rispetto per questo mondo è evidente nella sua scrittura (per scoprire qualcosa in più riguardo alla nascita di questa serie e al suo autore, vi invitiamo a leggere l’intervista realizzata dalla sua casa editrice italiana).

Come dicevamo in apertura, la magia pervade tutte le pagine del libro e a questo contribuisce sia la guida della voce narrante, che spiega alcuni trucchetti e gioca con il lettore (usando anche codici e messaggi segreti), sia l’inserimento nel volume di alcune schede per imparare dei giochi di prestigio e i consigli per diventare un’illusionista, ricordando sempre che alla base di tutto c’è tanta, tanta (tantissima) pratica.

Le illustrazioni

L’illustrazione di copertina e quelle interne sono di Lissy Marlin, illustratrice originaria della Repubblica Dominicana (“bring a little bit of magic to everyday life” è parte della sua missione), mentre le illustrazioni delle schede “Impariamo a…” sono di Kyle Hilton.

L'autore di questo post

Classe 1982, pugliese, fiorentina d’adozione e con un debole per la Francia. Da quando ho scoperto A. A. Milne e Astrid Lindgren, mi è stato chiaro all’improvviso che cosa avrei fatto da grande e poco importa il fatto che un po’ grande lo fossi già. Da allora mi dedico alla letteratura per l’infanzia e ragazzi, tra studio, letture e i primi passi nel dietro le quinte del mondo editoriale.

Nessun commento su "La BandaCadabra (Il Castoro)"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *