Mariangela Gualtieri: Io sono nel passato prossimo

Devo dire la verità, ero a corto di idee. Passavo da un volume all'altro della sezione poesia della mia libreria e li avevo già usati tutti, ci voleva qualcosa di nuovo, non solo per voi, anche per me. In questi casi c'è una sola cosa da fare: telefonare al mi amico super prof di lettere. Lo chiamo e gli dico solo:

– Dammi il nome di un poeta.

Lui, immediatamente:

Mariangela Gualtieri.

Fine della conversazione. Mi metto a cercare e finisce che passo un intero poemriggio immersa tra i suoi versi stupefacenti. La Gualtieri, poetessa contemporanea, scrive anche per il teatro e in entrambi gli aspetti del suo lavoro ha spesso voluto porre l'attenzione sull'inadeguatezza della parola, strano vero? Come può una che scrive asserire una cosa che sembra così distante dal suo mestiere. Provate a chiedervelo anche voi: la parola basta? Scritta, detta…

Intanto, leggete questi versi tratti dalla raccolta Fuoco centrale e altre poesie per il teatro (Einaudi, 2003):

Io sono spaccata, io sono nel passato prossimo,
io sono sempre cinque minuti fa,
il mio dire è fallimentare,
io non sono mai tutta, mai tutta, io appartengo
all’essere e non lo so dire, non lo so dire,

io appartengo e non lo so dire
io sono senza aggettivi, io sono senza predicati,
io indebolisco la sintassi, io consumo le parole,
io non ho parole pregnanti, io non ho parole
cangianti, io non ho parole mutevoli, non ho parole perturbanti,

io non ho abbastanza parole, le parole mi si
consumano, io non ho parole che svelino, io non ho
parole che puliscano, io non ho parole che riposino,
io non ho mai parole abbastanza, mai abbastanza
parole, mai abbastanza parole

ho solo parole correnti, ho solo parole di serie,
ho solo parole fallimentari, ho solo parole deludenti,
ho solo parole che mi deludono,
le mie parole mi deludono, sempre mi deludono,
sempre mi deludono, sempre mi mancano
io non sono mai tutta, mai tutta, io appartengo
all’essere e non lo so dire, non lo so dire, io
appartengo e non lo so dire, non lo so dire,
io appartengo all’essere, all’essere e non lo so dire.

 

L'autore di questo post

Specialista in crollo di librerie, appassionata di storie tanto da credere di viverne una ogni giorno. Siciliana, mamma, webwriter. Parlo poco e sorrido molto. Questa sono io.

Nessun commento su "Mariangela Gualtieri: Io sono nel passato prossimo"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *