Il potere della musica

Immagine da: American Sign Language University

Si parla molto spesso del potere quasi magico della musica. Di come anche una semplice canzone possa farci provare emozioni tanto intense. Di come una melodia riesca a evocare sensazioni e a descriverci mondi anche senza l’uso delle parole. 

Questo immenso potenziale, racchiuso nelle note del pentagramma, è ben noto alle migliaia di educatori e terapeuti in tutto il mondo che fanno della musica una vera e propria medicina per insegnare e per curare i propri pazienti. 

All’estremo ovest dell’America, nella soleggiata California, l’associazione “Rock The Autism” si occupa proprio di consentire ai kids affetti da autismo o con bisogni speciali di mettere le mani su uno strumento e di avventurarsi nell’affascinante mondo della musica suonata. Le ricerche scientifiche e la preziosa esperienza di questa associazione dimostrano come la pratica di uno strumento faciliti il processo di alfabetizzazione dei piccoli, migliorandone inoltre le capacità di socializzazione e di comunicatività, e affinando le abilità nell’apprendimento e nella concentrazione. 

Qui trovate i link utili se volete conoscere meglio questa fantastica realtà:  

www.rocktheautism.org

www.facebook.com/RockTheAutism 

www.twitter.com/RockTheAutism 

HK 010 RTACari kids l'augurio più grande che possa farvi è che abbiate la possibilità di imparare a suonare uno strumento musicale. Non lasciatevi intimorire, non dovete diventare per forza i nuovi Mozart. Provate, anche solo per gioco. Vi ricordate questo scambio di battute in Mary Poppins?

  • Banks: “Ti consiglio di far riparare questo pianoforte. Quando mi seggo ad uno strumento mi piace che sia accordato.”
  • Winifred: “Ma George, tu non sai suonare.”
  • Banks: “Mia cara, questo non ha nessunissima importanza!”

Ecco, incominciate pure da qui! 

L'autore di questo post

Nessun commento su "Il potere della musica"

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *